Home / Ministro e Ministero / Il Ministero

Il Ministero

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali progetta, realizza e coordina interventi di politica del lavoro e sviluppo dell'occupazione, di tutela del lavoro e adeguatezza del sistema previdenziale, di politiche sociali, con particolare riferimento alla prevenzione e riduzione delle condizioni di bisogno e disagio delle persone e delle famiglie.
La sua legge istitutiva è la n. 172 del 13 novembre 2009, in vigore dal 13 dicembre 2009.

Le principali aree in cui il Ministero svolge le proprie funzioni sono:

Attraverso due Direzioni Generali, infine, il cui impegno è trasversale su tutto l'ambito operativo del Ministero:

  • sono assicurati i servizi per il funzionamento dell'amministrazione e la promozione del benessere organizzativo; la cura delle politiche per il personale, la gestione del reclutamento e la formazione; la programmazione e la gestione del bilancio in termini finanziari ed economico-patrimoniali;
  • sono svolte la progettazione, lo sviluppo e la gestione delle attività d'informazione e comunicazione istituzionale; l'elaborazione, in raccordo con le strutture di diretta collaborazione del Ministro, del piano di comunicazione annuale; la gestione editoriale e tecnica dei portali web e intranet.

A discendere dal vertice politico - il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali - l'articolazione operativa del Dicastero è definita dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 febbraio 2014, n. 121 e prevede il Segretariato Generale, le Direzioni Generali e gli Uffici Territoriali.
Il Segretariato svolge funzioni di coordinamento tra la guida politica e le 10 Direzioni Generali presenti a livello centrale. Sul versante locale, il territorio nazionale è presidiato da 4 Ispettorati Interregionali del Lavoro da cui dipendono 74 Ispettorati Territoriali del Lavoro.

Proprio riguardo lo svolgimento dell'attività ispettiva, sotto la vigilanza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali - che ne monitora periodicamente gli obiettivi e la corretta gestione delle risorse finanziarie - è posto l'Ispettorato Nazionale del Lavoro.
Nato a settembre 2015, a seguito dell'entrata in vigore del Decreto legislativo n. 149/2015 - come Agenzia unica per le ispezioni del lavoro - l'INL integra i servizi ispettivi, e le relative attività, eseguiti in precedenza dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dall'INPS e dall'INAIL.

Con il Decreto legislativo n. 150/2015, è stata istituita l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro.
Compito dell'ANPAL è coordinare le politiche del lavoro a favore di persone in cerca di occupazione e la ricollocazione dei disoccupati in Naspi (nuova assicurazione sociale per l'impiego), in Dis-Coll per collaboratori e precari o in Asdi (assegno di disoccupazione), attraverso la predisposizione di strumenti e metodologie a supporto degli operatori pubblici e privati del mercato del lavoro. Per raggiungere i propri obiettivi, l'ANPAL realizza il sistema informativo unitario delle politiche del lavoro, in cooperazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province autonome, l'INPS e l'ISFOL.

I riferimenti di contatto dei direttori generali e dei dirigenti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sono pubblicati - e mantenuti costantemente aggiornati - nella sezione dedicata agli Uffici Centrali (Segretariato Generale, Direzioni Generali e Divisioni).