Home / Ministro e Ministero / Organi di garanzia e osservatori / Consigliera Nazionale di Parità / La Consigliera Nazionale di Parità

La Consigliera Nazionale di Parità

​​​​​​​La Consigliera Nazionale di Parità, Francesca Bagni Cipriani

La Consigliera Nazionale di Parità è una figura istituita per la promozione ed il controllo dell'attuazione dei principi di uguaglianza di opportunità e di non discriminazione tra uomini e donne nel mondo del lavoro.

È nominata con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità, tra persone in possesso di requisiti di specifica competenza ed esperienza pluriennale in materia di lavoro femminile, di normative sulla parità e pari opportunità nonché di mercato del lavoro.

Il suo mandato ha la durata di quattro anni ed è rinnovabile per una sola volta.

Nell'esercizio delle proprie funzioni riveste la qualifica di pubblico ufficiale ed ha l'obbligo di segnalare all'autorità giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza.

In particolare la Consigliera Nazionale di Parità si occupa della trattazione dei casi di discriminazione di genere sul lavoro di rilevanza nazionale e della promozione di pari opportunità per lavoratori e lavoratrici, anche attraverso la collaborazione con gli organismi di rilevanza nazionale competenti in materia di politiche attive del lavoro, di formazione e di conciliazione.

La Consigliera Nazionale di Parità è componente del Comitato nazionale di parità e coordina la Conferenza nazionale delle consigliere e dei consiglieri di parità, che comprende tutte le consigliere e i consiglieri, regionali, delle città metropolitane e degli enti di area vasta con il compito di rafforzare le funzioni delle consigliere e dei consiglieri di parità, di accrescere l'efficacia della loro azione, di consentire lo scambio di informazioni, esperienze e buone prassi.

L'ufficio della Consigliera Nazionale di parità è ubicato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; è funzionalmente autonomo, dotato del personale, delle apparecchiature e delle strutture necessarie per lo svolgimento dei suoi compiti. Il supporto all'attività della Consigliera Nazionale di Parità è assicurato dalla Direzione Generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, Divisione V.

Entro il 31 marzo di ogni anno la Consigliera Nazionale di Parità elabora un rapporto sulla propria attività  e su quella svolta dalla Conferenza nazionale, anche sulla base dei rapporti delle consigliere di parità territoriali.

Rapporto Consigliera Nazionale di Parità - Anno 2016

Analisi Rapporti consigliere di parità territoriali - Anno 2016