Home / Ministro e Ministero / Organi di garanzia e osservatori / Consigliera Nazionale di Parità / Comitati unici di garanzia

COMITATI UNICI DI GARANZIA

L'art. 21 della Legge 4 novembre 2010 n.183, novellando l'art. 57 del Decreto Legislativo n. 165/2001, ha previsto la costituzione, presso le Pubbliche Amministrazioni di cui all'art. 2 del D.lgs. 165/2001, del "Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni", che sostituisce, unificandone le competenze, i Comitati per le Pari Opportunità e i Comitati Paritetici sul fenomeno del mobbing.

Le modalità di funzionamento sono disciplinate dalle linee guida contenute nella Direttiva del 4 marzo 2011 emanata dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e il Ministro per le Pari Opportunità.

Con compiti di monitoraggio e supporto alla prima fase di avvio dell'attività dei CUG è stato istitutito, con il Decreto 21 giugno 2011 (e successivamente ricostituito con il Decreto 18 aprile 2012) presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimenti Funzione Pubblica e Pari Opportunità - un Gruppo di Monitoraggio che, in collaborazione con la Consigliera Nazionale di Parità, ha elaborato uno schema di regolamento interno dei CUG e raccolto una serie di risposte ai quesiti più frequenti sottoposti dalle Pubbliche Amministrazioni sul tema.

A seguito di continue richieste di sostegno tecnico-giuridico al funzionamento dei CUG, con il Decreto 15 dicembre 2015 è stato costituito un nuovo Gruppo di lavoro con il compito, tra gli altri, di formulare eventuali proposte per la modifica o integrazione della Direttiva del 4 marzo 2011.

Come precisato nelle linee guida, i Comitati Unici di Garanzia e la Consigliera Nazionale di Parità collaborano anche per realizzare un significativo scambio di informazioni sulle reciproche attività e funzioni svolte.

A tal fine la Consigliera Nazionale di Parità intende realizzare in questa sezione una raccolta di elementi informativi e documentali relativi ai CUG delle Pubbliche Amministrazioni, anche in collaborazione con le consigliere di parità territoriali.