Home / Notizie / Sicurezza e presidio del territorio

Sicurezza e presidio del territorio

31 marzo 2016

Il Direttore della DTL di Prato Olivieri Pennesi dà notizia dell'incontro promosso dalla Cittadinanza Pratese, con Prefetto, Questore e Sindaco, e inerente le esigenze di presidio del territorio, da parte delle Istituzioni, in considerazione della perdurante e crescente presenza di fenomeni di microcriminalità, spaccio di droga, rapine, prostituzione, ecc.

Al riguardo è stata interessata anch​e la Direzione del Lavoro, tra l'altro ubicata nelle vicinanze dei luoghi ultimamente interessati dalla recrudescenza di tali reati quali: Stazione Centrale, Piazza S. Marco, Viale Vittorio Veneto, Via Frà Bartolomeo e zone limitrofe.

Le azioni richieste, dalla popolazione, riguardano, tra l'altro, l'effettuazione di un numero crescente di "blitz interforze", anche in pubblici esercizi, quali sedi di traffici illeciti e irregolarità di vario genere, similari a quelli condotti nei laboratori /capannoni produttivi cinesi.

Tali "attività congiunte" di contrasto alle varie forme di "illegalità", che frequentemente sfociano in fenomeni di criminalità diffusa, rappresentano il necessario antidoto alle situazioni di progressivo degrado che minano, alle fondamenta, le ragioni di una convivenza civile, in una città da sempre vocata al multiculturalismo ed alla accoglienza di popolazioni straniere, anche nel versante lavorativo e di imprenditoria.​

Dalla suddetta azione di denuncia sociale, prenderà corpo una ulteriore petizione pubblica rivolta alla Presidenza del Consiglio, tendente all'ottenimento dell'aumento degli organici delle forze dell'ordine, dei Magistrati della Procura e del Tribunale, e di tutte le Istituzioni pubbliche del territorio interessate dai fenomeni di illegalità, evasione, elusione della legislazione del n​ostro Paese.

Il Direttore della DTL Olivieri Pennesi ha assicurato, alle coesistenti Autorità Pratesi, il massimo impegno dell'ufficio e dei suoi funzionari, per quanto riguarda le azioni e la loro incisività sul territorio di pertinenza di Prato, nell'ottica della massima collaborazione possibile, in considerazione dell'organico di cui dispone l'ufficio.