Home / Notizie / A Trieste, il Sottosegretario Bobba al Forum dei Giovani dei Balcani Occidentali

A Trieste, il Sottosegretario Bobba al Forum dei Giovani dei Balcani Occidentali

12 luglio 2017

​La collaborazione con i Paesi dei Balcani è fondamentale per l'Unione Europea, l'allargamento verso quest'area è la nostra nuova frontiera e rappresenta una priorità per l'Italia, che con i Balcani occidentali vanta da sempre legami storici, economici e culturali.

Lo ha detto il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Bobba, intervenendo assieme al Commissario Europeo per l'Allargamento e il Vicinato, Johannes Hahn, al Forum dei Giovani dei Balcani Occidentali, evento che ha avuto luogo a Trieste nella cornice dei lavori per il Vertice dei Capi di Stato e di Governo presieduto dal Premier Paolo Gentiloni.

Ma questo processo si fonda prima di tutto, ha proseguito il Sottosegretario, su una collaborazione sempre più stretta tra le società civili dei nostri Paesi. E, soprattutto, su una collaborazione sempre più stretta tra i giovani, perché la parte più viva della società civile è rappresentata proprio dalle giovani generazioni.

Per l'Italia, le politiche per i giovani devono essere poste al centro dell'agenda europea e del processo che ci guida nell'approfondire le nostre relazioni con i Paesi dell'allargamento. Quest'anno celebriamo il trentesimo anniversario del programma Erasmus, che ha permesso la mobilità di tanti giovani. Per l'Italia è importante che la prossima programmazione pluriennale del bilancio europeo veda moltiplicate le risorse destinate a Erasmus Plus, parte delle quali dovrebbero essere riservate per la collaborazione con i paesi dei Balcani occidentali, candidati all'adesione. 

È ovviamente fondamentale anche il ruolo delle istituzioni scolastiche e di quelle dell'istruzione superiore, della ricerca, per assicurare che si diffondano non solo le idee, gli scambi, ma anche che essi si consolidino in una cultura sempre più comune e omogenea.
L'onorevole Bobba ha espresso, infine, un particolare apprezzamento per l'iniziativa avviata da un gruppo di Università dell'area Adriatico ionica e per la dichiarazione che darà avvio a una nuova collaborazione.