Home / Notizie / CoNNGI: è nata la rete Nazionale delle Nuove Generazioni Italiane

CoNNGI: è nata la rete Nazionale delle Nuove Generazioni Italiane

13 ottobre 2017

È stata presentata oggi a Roma, nella sede di OIM Italia, la nuova Associazione di Promozione Sociale Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI).
Si tratta di una rete di associazioni di giovani con background migratorio, attive su tutto il territorio nazionale. La costituzione del CoNNGI in APS è stata formalizzata ieri, durante la terza assemblea plenaria del Coordinamento, nella Sala D'Antona del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L'APS è stata registrata oggi, a Roma.

All'evento hanno preso parte Sandra Paola Alvarez (OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni), Tatiana Esposito (Direttore Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Si Mohamed Kaabour e Marwa Mahmoud (CoNNGI).
Hanno moderato i lavori Flavio Di Giacomo (OIM) e Ali Tanveer (CoNNGI).

Il percorso che conduce alla costituzione del CoNNGI è iniziato nel 2014 con la call pubblica "Filo diretto con le seconde generazioni", diffusa attraverso il Portale Integrazione Migranti. Alla call hanno risposto oltre 30 associazioni di giovani con background migratorio provenienti da tutta Italia che, attraverso un lavoro di co-progettazione, hanno elaborato un Manifesto articolato in quattro ambiti (scuola, lavoro, cultura e sport, partecipazione e cittadinanza attiva), contenente proposte di intervento rivolte a tutti gli stakeholder.

Nel 2016, le associazioni hanno intrapreso una nuova fase operativa, avviando la costruzione di un coordinamento nazionale, con il principale obiettivo di rappresentare le associazioni dei giovani con background migratorio in maniera unitaria. Il CoNNGI (Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane) è nato il 14 ottobre 2016 con un Protocollo d'intesa, sottoscritto delle associazioni, che prevede l'adesione ai principi del Manifesto delle Nuove Generazioni Italiane, nel cui ambito tematico il CoNNGI realizza le sue attività.  

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti ha inviato al CoNNGI un messaggio in cui dichiara: Non posso che essere fiducioso nel futuro, se penso che la strada che vi ha condotto sin qui è iniziata proprio grazie a un percorso di accompagnamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il successo di quell'iniziativa rafforza il mio convincimento che i giovani sono pronti a cogliere le occasioni di dialogo con le istituzioni e le sfide tese all'innovazione sociale e alla promozione della partecipazione di tutti […] Avete portato avanti le vostre idee attraverso il vostro Manifesto; avete dialogato in maniera efficace con alcune tra le più importanti istituzioni italiane. […] Con questo importante atto di costituzione in APS, entrate formalmente a far parte del mondo del terzo settore e in tal modo potrete contribuire in modo ancora più efficace al benessere delle nostre comunità.

Il Direttore di OIM Italia Federico Soda ha rivolto un messaggio ai ragazzi: La partecipazione delle Istituzioni nel sostenere le iniziative del CoNNGI e dei membri della Rete è da considerarsi una buona pratica, unica in Europa […]. La costituzione in Associazione di Promozione Sociale apre nuove opportunità e prospettive rispetto al vostro essere agenti di processi virtuosi di cambiamento e sviluppo sostenibile. […] Personalmente, il mio auspicio è che l'Italia assomigli sempre di più al CoNNGI. Per il suo essere ricco di "diversità", per la tenacia ed ambizione dei membri che lo compongono, per i tanti "saper fare" che mette insieme, per lo sguardo pieno di aspettative verso il futuro.

"Il CoNNGI è la testimonianza più profonda che un dialogo esiste e può esistere tra le sfaccettature della società. Il nostro punto di partenza e il messaggio che vogliamo trasmettere è che prima di tutto viene la persona, il cittadino attivo che opera con e attraverso una comunità. Poi vengono tutte le altre differenze, la reale ricchezza di questa nostra società" dichiara il neoeletto Presidente del CoNNGI, Si Mohamed Kaabour.

Il CoNNGI lavora per promuovere un nuovo approccio alle politiche di inclusione e partecipazione, che risponda più efficacemente ai reali bisogni delle nuove generazioni, per costruire e consolidare percorsi di dialogo, confronto e collaborazione con Istituzioni e organizzazioni. I protagonisti hanno affermato di voler essere cittadini attivi capaci di stimolare politiche più adeguate: "Noi abitiamo quel confine tra il noi e il loro nel quale i nostri talenti possono far crescere non solo l'economia ma anche il capitale sociale e culturale del nostro Paese, l'Italia". Si propongono di ridefinire il concetto stesso di giovani, alla luce dei cambiamenti che avvengono nelle società che accolgono. E dicono di vedere davanti a loro "un bellissimo futuro".

Attualmente, il CoNNGI è parte dell'Osservatorio nazionale per l'integrazione degli alunni stranieri e l'intercultura (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e del Tavolo migrazione e sviluppo del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale).

 

Sul Portale Integrazione Migranti è possibile approfondire e reperire altre informazioni utili.

 

Per maggiori elementi:

Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane

info@conngi.it - www.conngi.it