Home / Notizie / Povertà: gli eventi di lancio del Reddito di inclusione (REI)

Povertà: gli eventi di lancio del Reddito di inclusione (REI)

6 dicembre 2017

È stata grande a Bari l'affluenza di operatori, rappresentanti degli enti locali, organizzazioni del Terzo settore, esperti e parti sociali per la presentazione del Reddito di inclusione (REI).

Dopo l'evento di lancio del 27 novembre a Milano, la tappa di Bari è stata l'occasione per illustrare anche nel Mezzogiorno il funzionamento del REI e le modifiche di tipo estensivo previste dalla legge di bilancio in corso di approvazione.

"Il Reddito di inclusione è una scelta importante che guarda soprattutto alla necessità di costruire una grande rete nazionale di sostegno per la parte più debole della società, nella consapevolezza che non c'è qualcuno che può affrontare questi temi da solo e c'è bisogno allora di una grande rete istituzionale e quindi di un grande rapporto tra Governo, Stato, Regioni, Comuni e dall'altro versante le organizzazioni sociali, il volontariato, l'associazionismo". È quanto ha affermato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, sottolineando che l'impegno e la scommessa è "costruire qualcosa che rimane nel tempo ed è in grado di adeguarsi, di leggere i cambiamenti sociali e seguirli nella loro dinamica. Quindi da una parte sostegno al reddito, ma insieme progetti personalizzati di presa in carico. Credo che aver dato vita a tutto questo sia un passo avanti importante", ha concluso il Ministro, facendo riferimento alla Rete per l'inclusione e la protezione sociale che si è costituita lo scorso 23 novembre. 

La tavola rotonda tra il Ministro Poletti, il Governatore della Puglia, Michele Emiliano e il Presidente dell'Anci e Sindaco della città di Bari, Antonio Decaro, è stata anche l'occasione per sviluppare un confronto su come integrare il REI con le misure regionali e locali di sostegno al reddito e di inclusione attiva. La Puglia, infatti, ha avviato da tempo il Reddito di dignità (RED), che adesso è stato ri-disegnato anche in funzione delle novità apportate dal REI.

"Se riusciamo a costruire, come abbiamo fatto finora, delle connessioni e dei punti di collegamento e integrazione, il fatto che le Regioni possano in qualche misura allargare la strumentazione a disposizione è una cosa utile - ha detto il Ministro - ma naturalmente bisogna farlo con capacità di coordinamento, avendo uno schema che è quello dei livelli essenziali delle prestazioni che vanno garantiti a tutti i cittadini in tutti i territori. Poi su questa base la collaborazione con Regioni e Comuni - ha aggiunto - può dare una risposta ancora può efficace e coerente. Ma è importante avere uno strumento generale su tutto il Paese e poi le politiche in chiave locale possono misurarsi con le specificità".

Significativa la partecipazione all'evento dei ragazzi del Liceo Salvemini, che hanno curato l'accoglienza degli ospiti nella loro scuola, e degli studenti dell'Istituto alberghiero di Polignano a Mare che si sono occupati dei servizi di ristorazione.

Nel corso della giornata, le varie sessioni di lavoro hanno ripercorso le tappe che hanno portato all'avvio concreto della prima misura nazionale di contrasto alla povertà. Tra i focus tematici, gli interventi di contrasto alla marginalità estrema e il supporto del PON Inclusione all'azione di rafforzamento dei servizi territoriali.


Per approfondimenti, sono disponibili i servizi video e le sintesi degli interventi degli eventi.

Servizi video:


Slide e sintesi interventi: