Home / Notizie / Poletti: dal settore agricolo, opportunità di lavoro, fonte di reddito e valorizzazione del territorio

Poletti: dal settore agricolo, opportunità di lavoro, fonte di reddito e valorizzazione del territorio

21 dicembre 2017

Opportunità di lavoro, fonte di reddito e valorizzazione del territorio, queste le tre chiavi di lettura che Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ha posto al centro del suo saluto in occasione del quarantesimo anniversario della fondazione della Cia - Agricoltori Italiani.

Nel corso di una lunga serata, si sono susseguiti numerosi momenti per festeggiare il compleanno della Confederazione assieme al suo presidente, Dino Scanavino.
Tra i tanti, l'inaugurazione di una mostra fotografica che - con 52 immagini in bianco e nero e a colori - ha ripercorso, lungo un ideale ponte tra passato e futuro, la vita degli Associati e la proiezione di un filmato che ha avuto il merito di collocare, tra cronaca, costume e storia, il percorso quarantennale della Cia - Agricoltori Italiani nei suoi momenti più rilevanti, fin dai primi passi mossi nel 1977.

La celebrazione è stata aperta dal presidente Scanavino, che ha auspicato per i propri Associati "altri 40 anni di successi, da vivere in chiave moderna ma sempre con la stessa passione" per costruire una "agricoltura in grado di rappresentare al meglio il made in Italy".

A fargli eco, le parole del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, che ha ricordato quanto l'esperienza agricola sia "fondamentale per il futuro dell'Italia".

Il Ministro Poletti, nel suo intervento, si è soffermato su tre elementi centrali, a suo avviso, quando si parla di agricoltura: le opportunità di lavoro che il settore sta offrendo, la fonte di reddito soprattutto per i giovani imprenditori, la valorizzazione dell'ambiente, del panorama e dei territori che quotidianamente svolgono i contadini, un lavoro che - a ben vedere - ha pure una valenza sociale poiché "è un beneficio che ricade su tutti noi".
Da ultimo, il Ministro ha richiamato l'attenzione su quanto la terra sia maestra d'insegnamenti e di valori sempre attuali.