Home / Notizie / Servizio Civile: il Rapporto sulle attività svolte nel 2017

Servizio Civile: il Rapporto sulle attività svolte nel 2017

15 gennaio 2018

Pubblicato sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri il "Rapporto di attività 2017", che illustra brevemente l'anno che si è appena concluso attraverso dati e cifre che danno conto sia della trasformazione del Servizio Civile da Nazionale a Universale, con le prime misure di attuazione della Riforma, sia di quanto realizzato in termini di avvisi per nuovi progetti, di bandi di selezione, di avvio in servizio dei volontari, di novità e sperimentazioni, di controlli e verifiche.

Oltre 53.000 i posti resi disponibili dagli 11 bandi di selezione pubblicati tra fine dicembre 2016 e fine dicembre 2017. Più di 43.000 volontari avviati in servizio nel 2017, per bandi pubblicati nello stesso anno o in quello precedente. Quasi 50.000 il totale dei volontari avviati in servizio considerando anche le partenze del 10 gennaio 2018. A poco più di 7 mesi dalla pubblicazione del bando ordinario 2017, circa l'83% dei volontari selezionati sta già operando. "La lettura dei dati sintetizzati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per rappresentare l'attività del 2017 -sottolinea il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti- evidenzia come si sia trattato di un anno estremamente significativo per il Servizio Civile".

"Abbiamo cominciato -continua il Ministro- a raccogliere i frutti dell'attuazione della riforma, abbiamo consolidato le buone pratiche sperimentate di recente e, parallelamente, abbiamo dato nuovo impulso all'attività di progettazione degli enti e alla voglia dei giovani di vivere l'esperienza del servizio civile. Resta ancora un pezzo di strada importante da percorrere per arrivare al Servizio Civile Universale, ma ci sono tutte le migliori premesse per raggiungere il traguardo prefissato se continuiamo a lavorare con costanza ed impegno, nella convinzione che si tratta di un investimento straordinario per il nostro Paese e per i più giovani in  particolare".

Leggi il Rapporto