Home / Notizie / Sicurezza nei cantieri edili: il Sottosegretario Cassano incontra i Sindacati

Sicurezza nei cantieri edili: il Sottosegretario Cassano incontra i Sindacati

23 novembre 2016

​Il Sottosegretario al Lavoro con delega alla Sicurezza, Massimo Cassano, ha incontrato questa mattina - nella sede del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in via Fornovo a Roma - i rappresentanti di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil, i sindacati nazionali del settore.

La questione della sicurezza nei cantieri è stata al centro dell'incontro. I Sindacati hanno chiesto "azioni precise per contrastare il lavoro irregolare e nero, causa di molti incidenti e di mancata applicazione delle regole".

"Il tema - ha spiegato il Sottosegretario Cassano - deve tornare a essere al centro delle politiche di tutela del lavoratore. E questo governo ha fatto molto in tale direzione, con un notevole aumento dei controlli ispettivi e di vigilanza sul rispetto delle regole che, beninteso, ci sono e devono essere fatte rispettare. Occorre però sottolineare che proprio l'aumento dei controlli ha fatto sì che ci sia stato anche un vertiginoso aumento delle denunce per irregolarità riscontrate. Ovvero, troppi ancora non rispettano quanto previsto dalla legge". 

Per le costruzioni, infatti, il bilancio provvisorio del 2016 è terribile, con un incremento delle vittime, ai primi di ottobre, di oltre il 27% rispetto al 2015.
La normativa corrente riguardante la sicurezza nei cantieri edili ruota intorno al perno principale del Testo Unico Sicurezza sul Lavoro, essendo il cantiere un luogo di lavoro e, peraltro, uno dei luoghi di lavoro con il maggiore tasso di rischio, dove la prevenzione, il controllo e la tutela sono assolutamente necessari.
Accogliendo le proposte dei rappresentanti sindacali, il Sottosegretario Cassano si è quindi impegnato per l'istituzione di un osservatorio cui partecipino Ministero, Ispettorato Nazionale del Lavoro, Inail, sindacati datoriali e lavoratori "per affrontare a livello governativo le problematiche ancora esistenti, considerato l'aumento delle morti sui cantieri denunciate dai sindacati, valutando anche eventuali proposte per intervenire a livello legislativo sia con norme ancora più rigide per la repressione di tali fenomeni, sia con ulteriori misure atte a prevenire gli incidenti".