Home / Notizie / Sport e integrazione: premiate 21 scuole

Sport e integrazione: premiate 21 scuole

30 maggio 2018

All'Olimpico di Roma è andata in scena una giornata all'insegna della promozione dell'attività motoria, dei valori educativi dello sport e degli stili di vita corretti e salutari. Lo Stadio è stato, infatti, teatro della Festa Nazionale di "Sport di Classe", iniziativa promossa dal CONI e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che ha rappresentato anche l'occasione per le premiazioni del percorso valoriale "Campioni di Fair Play", abbinato al progetto e realizzato nell'ambito dell'Accordo di Programma per la promozione delle politiche di integrazione attraverso lo sport tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il CONI.

Si è conclusa al meglio, dunque, la quarta edizione del progetto "Sport di Classe" che si rivolge al mondo scolastico coinvolgendo le classi 4^ e 5^ delle scuole primarie, tramite l'affiancamento alle insegnanti di Tutor opportunatamente formati e la distribuzione di materiale didattico - come la guida per le attività motorie "I Quaderni di Sport di classe" per tutti i Tutor e le scuole partecipanti - e il kit di attrezzature sportive per i nuovi Istituti scolastici partecipanti.

Tra le attività di progetto, è stata prevista anche la realizzazione del percorso valoriale "Campioni di Fair Play" sui principi del rispetto e del gioco corretto, con relativo kit e concorso a premi che ha coinvolto oltre 3.554 scuole i cui alunni hanno realizzato oltre 130mila elaborati. Sono state premiate 105 scuole, una per provincia, mentre le 21 scuole vincitrici a livello regionale sono scese in campo proprio allo Stadio Olimpico durante la Festa nazionale per svolgere attività sportiva, organizzata con il supporto del CONI Lazio, condividendo i valori appresi in aula anche sul terreno di gioco. Un momento reso ancor più entusiasmante dalla presenza dei quattro conduttori d'eccezione Andrea Lucchetta, Massimiliano Rosolino, Cristina Chiuso e Stefano Pantano, che hanno animato le attività dei ragazzi insieme a numerosi testimonial sportivi tra i quali Anzhelika Savrayuk, Edwige Gwend, Nello Maestri, Elio Verde, Andres Felipe Moreno, Valentina Marchei, David Okeke e i campioni della Nazionale italiana maschile di basket.

La Sala Conferenze ha ospitato un workshop in cui sono stati illustrati i risultati dell'iniziativa, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni coinvolte e di numerosi atleti che sono poi scesi in campo tutti insieme al termine degli interventi per salutare i bambini impegnati nell'attività motoria. Anche per l'anno scolastico 2017/2018 il progetto ha registrato una crescita nel numero di scuole primarie coinvolte: ben 7.146, che fanno riferimento a 3.067 Istituti distribuiti su tutto il territorio nazionale, con 26.781 classi e più di 530mila alunni.
Le regioni nelle quali si è registrata la maggiore adesione si confermano quelle del Sud e del centro, in particolare la Campania con 4.425 classi, la Sicilia con 3.701 classi e il Lazio con 3.114 classi.  Inoltre, i Tutor Sportivi Scolastici partecipanti sono stati oltre 3.150 e hanno affiancato gli insegnanti nella realizzazione delle attività motorie in palestra per un'ora a settimana e nell'organizzazione dei Giochi di Sport di Classe di primavera e di  fine anno. I Tutor, laureati in Scienze Motorie, sono stati opportunamente formati con corsi iniziali e in itinere di livello nazionale, regionale e provinciale, per un totale di oltre 750 ore di formazione sul progetto, dalle scuole regionali dello sport in collaborazione con la scuola nazionale.

Nel pomeriggio, il percorso valoriale "Campioni di Fair Play" ha visto tre incontri con i testimonial sportivi nelle sale interne dello Stadio (Piazza Italia, Sala Autorità e Sala Conferenze), durante i quali sono state premiate le classi vincitrici del concorso per idee, con la speciale conduzione degli atleti Carlo Molfetta, Marta Pagnini e Margherita Granbassi. Un momento di condivisione dei risultati del percorso e degli elaborati presentati, ma anche delle esperienze di vita e di sport, legate ai temi del fair play, degli atleti partecipanti.

La Festa Nazionale di "Sport di Classe" è proseguita il giorno successivo, a Villa Borghese - Piazza di Siena, dove i bambini hanno preso parte a diverse attività in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Equestri.
Le classi hanno vissuto diverse esperienze: la "Nordic Walking", una passeggiata dentro il parco della Villa; il "Battesimo della sella", attività svolta con cavalli pony; la visione delle gare del "Concorso Ippico Internazionale Salto Ostacoli" di Roma, durante la quale i tecnici federali FISE hanno spiegato lo svolgimento delle corse.


Tutte le informazioni sul progetto "Sport di Classe" e sul percorso valoriale "Campioni di Fair Play" sono disponibili sui siti www.progettosportdiclasse.it e www.fratellidisport.it.