Home / Stampa e media / Comunicati / D’Antona: Poletti, la sua elaborazione costituisce un patrimonio ancora attuale

D’Antona: Poletti, la sua elaborazione costituisce un patrimonio ancora attuale

20 maggio 2016

D'Antona: Poletti, la sua elaborazione costituisce un patrimonio ancora attuale​

 "L'eredità preziosa del lavoro di Massimo D'Antona è quella di un impegno sempre ispirato alla volontà di ancorare la propria adesione ai processi di riforma per la modernizzazione del Paese alla capacità di produrre norme che a quei processi potessero fornire una base concreta".

È quanto afferma Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e delle politiche sociali, ricordando, a 17 anni dall'uccisione del giuslavorista, "la figura di fine intellettuale, sempre attento alle dinamiche sociali, il cui lavoro era sorretto da una solida preparazione accademica unita ad una spiccata sensibilità politica".

"In particolare -aggiunge Poletti- la sua elaborazione ed il suo contributo su temi complessi come la regolamentazione dei conflitti sindacali nei servizi pubblici e la 'unificazione' delle regole fra lavoro pubblico e privato, rappresentano ancora oggi un patrimonio attuale".