Home / Stampa e media / Comunicati / Prosegue l'impegno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sulle crisi aziendali

Prosegue l'impegno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sulle crisi aziendali

16 novembre 2018

​Buone prospettive per LFoundry, operativa nel comparto della microelettronica, e per Nilfisk, azienda tra i leader mondiali nella produzione di macchine professionali


Dialogo costruttivo e improntato al futuro quello avvenuto oggi, nel corso dell’incontro al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sulla vicenda dell’azienda abruzzese LFoundry.

Al centro del dibattito, le prospettive per la tutela dei lavoratori, dopo la firma del contratto di solidarietà per i prossimi 18 mesi, avvenuta di recente in sede regionale.

A trarre le conclusioni del confronto - cui hanno preso parte l’azienda e le Organizzazioni Sindacali - è stato l’ingegner Giorgio Sorial, Vice Capo di Gabinetto del MISE, che ha coordinato i lavori e ricordato alcuni dei principali punti per lo sviluppo economico ritenuti fondamentali dal Governo. “L’impegno assunto in Legge di bilancio - ha spiegato Sorial – passa anche attraverso il fondo per le tematiche legate al comparto della microelettronica, dalla formazione 4.0 e dalle misure sul credito ricerca e sviluppo”. Un ventaglio d’interventi che, ha posto in rilievo, potrà apportare benefici a numerose aziende, inclusa la LFoundry.

Proprio alla luce di ciò, l’ingegner Sorial ha auspicato un prossimo incontro tra le parti, ai primi del 2019, a valle dell’approvazione della Legge di bilancio e anche alla luce dei prossimi mesi di operatività dell’azienda. “Un periodo, ha spiegato, che potrà aiutarci a definire nuovi ragionamenti, anche differenti dal semplice impiego degli ammortizzatori sociali”.

Sul versante Nilfisk, sono state due le richieste formulate all’azienda Nilfisk nel corso del tavolo svolto oggi al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Da un lato, l’indispensabile congelamento dei licenziamenti - attraverso la presentazione dell’istanza per la richiesta della Cassa Integrazione per avviare la re-industrializzazione - e, dall’altro, rendersi parte attiva nella ricerca di un affidabile soggetto che possa agire da re-industrializzatore.

La Nilfisk, azienda tra i leader mondiali nella produzione di macchine professionali per la pulizia, ha preso atto delle richieste del Ministero e si è dichiarata disponibile al loro esame.

Per questo, in conclusione del tavolo, i rappresentanti aziendali si sono riservati una serie di valutazioni sui temi in agenda e hanno chiesto un nuovo incontro, da calendarizzare dopo la prossima settimana.