Home / Temi e priorità / Ammortizzatori sociali / Focus on / Ammortizzatori sociali in deroga

Ammortizzatori sociali in deroga

AVVISO

Il trattamento di cassa integrazione guadagni in deroga previsto per i lavoratori dipendenti di datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 è autorizzato e riconosciuto dall'INPS. Pertanto, la domanda va presentata all'INPS.

Da ultimo, la Legge di Bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n. 178), art. 1, commi 300-302, ha prorogato di ulteriori 12 settimane la Cassa integrazione in deroga (CIGD) di cui agli articoli 19-22 quinquies del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni in Legge 24 aprile 2020, n. 27. 

Si precisa che le 12 settimane devono essere collocate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

I periodi di integrazione salariale precedentemente richiesti e autorizzati ai sensi dell'art. 12 del Decreto Legge 28 ottobre 2020, n. 137 (c.d. Decreto Ristori), convertito con modificazioni in L. 18 dicembre 2020, n. 176, collocati, anche parzialmente, in periodi successivi al 1° gennaio 2021 sono imputati, ove autorizzati, alle 12 settimane previste dalla Legge di Bilancio 2021.

La CIGD è riconosciuta anche in favore dei lavoratori assunti dopo il 25 marzo 2020 e, in ogni caso, in forza alla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio 2021, cioè il 1° gennaio 2021 (art. 1, comma 305).

Con riferimento ai trattamenti di integrazione salariale introdotti dalla normativa emergenziale precedente alla Legge di Bilancio 2021, si segnala la Circolare INPS n. 139 del 7 dicembre 2020 con cui vengono illustrate le specifiche modalità di accesso e i termini di presentazione delle domande.


Per approfondimenti in merito all'indennità per i lavoratori del settore dei call center, vai alla pagina dedicata.

Vai ai decreti emanati

Vai agli Avvisi