Home / Temi e priorità / Ammortizzatori sociali / Focus on / Riconoscimento delle qualifiche

Riconoscimento delle qualifiche

La Commissione Europea ha istituito un sistema generale di riconoscimento dei diplomi e delle qualifiche conseguite nei Paesi dell'UE, riferito a tutte le professioni regolamentate, ovvero quelle professioni che possono essere esercitate soltanto nel rispetto delle previsioni delle normative nazionali di riferimento.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione, è competente per:

  • il riconoscimento in Italia delle qualifiche professionali conseguite all'estero di estetista, conduttore di generatori di vapore (liv. I, II, III e IV) e conduttore di impianti termici (per le ultime due qualifiche, la Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione collabora con la Direzione Generale dei Rapporti di lavoro e delle relazioni industriali e con la Direzione Centrale dell'Attività ispettiva dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro);
  • il rilascio dell'attestato di conformità per gli stessi titoli professionali conseguiti in Italia, ai fini della libera circolazione nell'UE, Svizzera e Area SEE (Spazio Economico Europeo).

Si fa presente che, nel rispetto della normativa attualmente vigente in Italia, non è ammesso il riconoscimento dei titoli professionali di: massaggiatore estetico, di onicotecnico - ricostruzione delle unghie - o di altre figure professionali concernenti il settore estetico.

Per ricevere informazioni in merito al riconoscimento di titoli e qualifiche professionali rilasciate in Italia e all'estero, è possibile rivolgersi al Punto nazionale di contatto per i riconoscimenti professionali, sul cui sito è possibile consultare l'elenco delle professioni regolamentate in Italia e delle Autorità competenti a livello nazionale.

 

Riconoscimento delle qualifiche conseguite all'estero

Come presentare la domanda

Il modulo di domanda e quelli per le dichiarazioni di copia conforme o le dichiarazioni sostitutive di certificazione o atto di notorietà sono disponibili nella sezione Modulistica del sito.

Moduli disponibili:

  • domanda di riconoscimento del titolo conseguito in paese comunitario;
  • domanda di riconoscimento del titolo conseguito in paese extracomunitario;
  • dichiarazione di copia conforme all'originale;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà;
  • delega.

Allegare inoltre:

  • fotocopia del documento di identità;
  • marca da bollo da 16 euro da applicare sulla domanda.

La domanda si può presentare:

a) con raccomandata A/R indirizzata a: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione - Divisione III - Via Flavia, 6 - 00187 Roma

b) con invio per posta elettronica certificata PEC all'indirizzo dgammortizzatorisociali.div3@pec.lavoro.gov.it

 

Rilascio dell'attestato di conformità della qualifica conseguita in Italia

Possono richiedere l'attestato di conformità al fine della libera circolazione nei paesi UE, Svizzera e nei paesi dell'Area SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) i cittadini comunitari e non comunitari in possesso del titolo di estetista, conduttore di generatori di vapore (liv. I, II, III e IV) e conduttore di impianti termici conseguito in Italia.

Come presentare la domanda

Il modulo di domanda e quelli per le dichiarazioni di copia conforme e le dichiarazioni sostitutive di certificazione o atto di notorietà sono disponibili nella sezione Modulistica del sito.

Moduli disponibili:

  • domanda per il rilascio dell'attestato di conformità;
  • delega.

Cosa allegare alla domanda:

  • attestato o copia dell'attestato con dichiarazione di copia conforme all'originale, o dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto di notorietà;
  • fotocopia del documento di identità;
  • 1 marca da bollo da € 16 da applicare sulla domanda.

La domanda si può presentare:

a) con raccomandata A/R indirizzata a: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione - Divisione III - Via Flavia, 6 - 00187 Roma;

b) con invio per posta elettronica certificata PEC all'indirizzo dgammortizzatorisociali.div3@pec.lavoro.gov.it.

 

Normativa

Decreto legislativo 28 gennaio 2016, n.15 - Attuazione della direttiva 2013/55/UE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del Regolamento Ue n. 1024/2012, relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno IMI.

Direttiva 2013/55/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 novembre 2013 recante modifica della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del regolamento (UE) 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («regolamento IMI»).

Decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206 - Attuazione della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/CE che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a seguito dell'adesione di Bulgaria e Romania.

Direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 7 settembre 2005 relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

Legge 4 gennaio 1990, n. 1 - Disciplina dell'attività di estetista.

 

Per informazioni: tel. 0646833590 - 0646833509

Ricevimento utenza: il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 14.00, previo appuntamento.

E-mail: riconoscimentoqualifiche@lavoro.gov.it