Home / Temi e priorità / Immigrazione / Focus on / Ingresso e soggiorno per lavoro in Italia

Ingresso e soggiorno per lavoro in Italia

La competenza del Ministero in materia

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con riferimento alle tematiche relative all'immigrazione per motivi di lavoro (art. 21, Decreto legislativo 286/1998 - Testo unico sull'immigrazione), svolge le seguenti funzioni:

  • effettua l'analisi dei fabbisogni del mercato del lavoro ai fini della programmazione dei flussi di ingresso di lavoratori stranieri;
  • collabora, in sinergia con le altre amministrazioni coinvolte, alla programmazione annuale dei flussi d'ingresso per motivi di lavoro, che avviene con decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • provvede, tramite il sistema informatizzato SILEN, alla ripartizione delle quote di ingresso per motivi di lavoro prevista dai decreti di programmazione predetti - all'interno dei procedimenti avviati presso gli Sportelli Unici per l'Immigrazione - sulla base del fabbisogno di manodopera extracomunitaria, rilevato dalle Direzioni Territoriali del lavoro;
  • effettua il monitoraggio sull'utilizzo delle quote di ingresso per motivi di lavoro a livello territoriale e l'analisi in tempo reale dell'andamento dei flussi anche in vista della futura programmazione.