Home / Temi e priorità / Orientamento e formazione / Orientamento

Orientamento

immagine ragazzo

I servizi di orientamento al lavoro e alle professioni indirizzano le persone verso un percorso di ricerca di istruzione, formazione e lavoro. Essi sono disponibili a livello locale, presso diverse sedi: i centri per l'impiego, i centri comunali di orientamento al lavoro, gli Informagiovani, le università, le scuole secondarie superiori, le agenzie per il lavoro, gli enti di formazione, le camere di commercio, le parti sociali. Alcuni indirizzi sono reperibili consultando Cliclavoro. Le informazioni sulla mobilità per studio e formazione nei paesi dell'Unione europea sono reperibili anche presso i punti della rete Euroguidance Italy.

Analogamente, le informazioni sulle opportunità formative, essendo la formazione professionale di competenza regionale, sono disponibili presso i servizi informativi locali, ad esempio nelle pagine dei siti regionali dedicate alla formazione. Informazioni sulle opportunità di formazione all'estero sono disponibili anche sul sito del Programma Erasmus+.

In materia di orientamento e formazione, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali definisce, insieme ad altri attori istituzionali, il quadro normativo e regolamentare. Tali temi, infatti, sono di competenza di diversi attori istituzionali nazionali e locali, con diversi livelli di responsabilità: al fine di promuovere il confronto istituzionale, il Ministero ha creato nel 2015 un apposito Comitato, sede di istruttoria e confronto sulla formazione professionale, l'apprendistato, i tirocini e i relativi processi di coordinamento promossi dall'Unione europea, a cui prendono parte il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Il Ministero partecipa, per quanto di propria competenza, alla Conferenza Stato-Regioni e alla Conferenza unificata.

Il Ministero, inoltre, rappresenta l'Italia a livello comunitario in tavoli, riunioni tecniche, comitati e reti professionali, dove vengono definiti indirizzi, quadri metodologici e operativi, linee guida.

Il Ministero, infine, assegna alle Regioni e alle Province autonome le risorse per il finanziamento della formazione in apprendistato e dei percorsi per l'assolvimento del diritto-dovere nell'Istruzione e formazione professionale, provvedendo anche alla definizione dei relativi criteri di ripartizione.


 

Gli Uffici che se ne occupano

Direzione Generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione
Direzione Generale della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali