Home / Temi e priorità / Orientamento e formazione / Focus on / Formazione / Formazione professionale iniziale e diritto-dovere

Formazione professionale iniziale e diritto-dovere

​L'obbligo di istruzione sancito all'articolo 34 della Costituzione e fissato per legge a 16 anni e l'obbligo formativo, introdotto con la Legge n. 144/1999 (art. 68) sono stati unificati, con la Legge n. 53/2003 e con i successivi decreti attuativi, nel diritto-dovere all'istruzione e alla formazione per almeno dodici anni o, comunque, sino al conseguimento di una qualifica di durata almeno triennale entro il 18° anno di età.

Il nuovo obbligo di istruzione che si completa con l'assolvimento del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione, può essere assolto:

  • nel sistema scolastico di durata quinquennale (licei, istituti tecnici, istituti professionali) finalizzato al conseguimento di un diploma di scuola secondaria superiore che consente l'accesso all'istruzione superiore;
  • nel sistema regionale di istruzione e formazione professionale di cui al Capo III del D. lgs. 226/2005, di durata triennale o quadriennale. L'istruzione e formazione professionale si articola in percorsi di durata triennale finalizzati al conseguimento di una qualifica professionale (livello EQF 3) o di durata quadriennale (livello EQF 4) finalizzati al conseguimento di un diploma professionale. Successivamente al conseguimento del diploma professionale è infine possibile frequentare un anno integrativo finalizzato al conseguimento della maturità professionale, anche ai fini dell'accesso all'istruzione superiore.

L'assolvimento del diritto-dovere e il conseguimento dei relativi titoli di studio si realizza anche attraverso periodi di alternanza scuola-lavoro, e, a partire dal 15° anno di età, può essere svolto attraverso un contratto di apprendistato, ai sensi del D. lgs. 81/2015.

Le strutture formative che possono realizzare percorsi di istruzione e formazione professionale a finanziamento pubblico sono solo quelle accreditate dalle Regioni e dalle Province autonome, in base a criteri generali che a livello nazionale ne stabiliscono gli standard minimi di qualità. Nei territori, le Regioni possono programmare, in regime di sussidiarietà, anche un'offerta di istruzione e formazione professionale presso gli istituti professionali di Stato.

Il sistema complessivo dell'istruzione e formazione professionale fa riferimento alla definizione condivisa a livello nazionale, in un apposito Repertorio, di figure professionali sia per i percorsi di durata triennale (22 qualifiche) che quadriennale (21 diplomi), a standard minimi formativi, a modelli di attestato di qualifica e diploma professionali e di attestazione intermedia, ad aree professionali.

Ogni anno il Ministero del lavoro e delle politiche sociali trasferisce alle Regioni e alle Province autonome le risorse finanziarie per i percorsi finalizzati all'assolvimento del diritto-dovere nell'istruzione e formazione professionale.

Le azioni formative realizzate nell'ambito di tali percorsi sono oggetto di un rapporto annuale di monitoraggio a cura del Ministero del lavoro con il supporto di Isfol.

 

NORMATIVA SUL DIRITTO-DOVERE

Decreti di assegnazione risorse

Leggi

  • Legge n. 183 del 4/11/2010 - G.U. n. 262 del 9/11/2010, S. O. n. 243, pag. 1. "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro" - art. 48. Contenente: Modifiche al D. lgs. n. 276 del 10/09/2003;
  • Legge n. 14 del 28/02/2009 - G.U. n. 48. Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge 30/12/2008, n. 207, art. 37, recante: "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti";
  • Legge n. 133 del 6/08/2008, art. 64 e s.m.i. - G.U. n. 195 del 21/08/2008 S. O. n. 196. Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge 25/06/2008, n. 112, recante: "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria" e s.m.i.
  • D. lgs. n. 22 del 14/01/2008 - G.U. n. 32 del 7/02/2008. "Definizione dei percorsi di orientamento finalizzati alle professioni e al lavoro, a norma dell'art. 2, c. 1, della Legge 11/01/2007 n. 1";
  • Legge n. 40 del 2/04/2007 ex. art. 13 - G.U. n. 77 S.O. del 2/04/2007. Conversione in legge con modificazioni, del Decreto legge 31/01/2007, n. 7 recante: Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese;
  • Legge n. 296 del 27/12/2006 – Legge Finanziaria 2007, commi 622-624, 628 e 634 e s.m.i.
  • Legge n. 127 del 24/03/2006 ex. art. 1, c. 10 e s.m.i. - G.U. n. 74 del 29/03/2006. "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 06/03/2006 n. 68, recante misure urgenti per il reimpiego di lavoratori ultracinquantenni e proroga dei contratti di solidarietà, nonché disposizioni finanziarie" art. 1, c. 10;
  • D.lgs. n. 226 del 17/10/2005 e s.m.i - G.U. n. 257 S.O. del 4/01/2005 recante: "Norme generali e livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione, ai sensi della Legge n. 53 del 28/03/2003";
  • D.lgs. n. 76 del 15/04/2005 e s. m. e i. - G.U. n. 103 del 5/05/2005 recante: "Definizione delle norme generali sul diritto-dovere all'istruzione e alla formazione, a norma dell'art. 2, c. 1, lettera C, della Legge 28/03/2003, n. 53";
  • D.lgs. n. 77 del 15/04/2005 - G.U. n. 103 del 5/05/2005, recante: "Definizione delle norme generali relative all'alternanza scuola-lavoro, ai sensi dell'art. 4 della Legge 28/03/2003, n. 53";
  • D.lgs. n. 276 del 10/09/2003 art. 47 e 48 - G.U. n. 235 S.O. del 9/10/2003, recante: "Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro di cui alla Legge n. 30 del 14/02/2003" e s.m.i.
  • Legge n. 53 del 28/03/2003 - G.U. n. 77 del 2/04/2003, recante: "Delega al governo per la definizione delle norme generali sull'istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale";
  • D.P.R. n. 257 del 12/07/2000 - Regolamento di attuazione dell'articolo 68 della Legge 17/05/1999, n. 144, concernente l'obbligo di frequenza di attività formative fino al diciottesimo anno di età. Pubblicato sulla G.U. n. 216 del 15/09/2000;
  • Legge n. 144 del 17/05/1999 - "Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all'occupazione e della normativa che disciplina l'INAIL, nonché disposizioni per il riordino degli enti previdenziali". Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 118 del 22/05/1999 - Supplemento Ordinario n. 99;
  • D.P.R. n. 275 del 8/03/1999 - G.U. n. 186 del 10/08/1999. Regolamento recante norme in materia di autonomia delle Istituzioni scolastiche ai sensi dell'art. 21 della Legge 15/03/1999, n. 59;

Altri atti normativi

  • D.I. del 26/09/2012 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca di recepimento dell'Accordo del 19/04/2012, sancito in sede di Conferenza permanente fra Stato, Regioni e P.A. di Trento e Bolzano per la definizione di un sistema nazionale di certificazione delle competenze comunque acquisite in Apprendistato a norma dell'art. 6 del D.lgs 14/09/2011, n. 167;
  • D.I.  del 23/04/2012 del MIUR di concerto con il MLPS, di recepimento dell'Accordo del 19/01/2012 tra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, riguardante l'integrazione del Repertorio delle figure professionali di riferimento nazionale approvato con l'Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 27/07/2011;
  • Accordo del 19/04/2012, ai sensi dell'art. 4 del Decreto legislativo 28/08/1997, n. 281, sancito in sede di Conferenza permanente fra Stato, Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano per la definizione di un sistema nazionale di certificazione delle competenze comunque acquisite in apprendistato a norma dell'art. 6 del Decreto legislativo 14/09/2011, n 167. Repertorio atti n. 96;
  • Accordo del 15/03/2012, ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del Decreto legislativo 14/09/2011, n. 167, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la regolamentazione dei profili formativi dell'apprendistato per la qualifica e il diploma professionale;
  • Accordo del 19/01/2012 tra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, riguardante l'integrazione del Repertorio delle figure professionali di riferimento nazionale approvato con l'Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 27/07/2011;
  • D.I. del 11/11/2011 di recepimento dell' Accordo tra il Ministro dell'Istruzione, dell' Università e Ricerca e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni  e le P. A. di Trento e Bolzano, riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale di cui al Decreto legislativo 17/10/2005, n. 226, sancito in sede di conferenza Stato Regioni il 27/07/2011 (11 16157) (G.U. n. 296 del 21/12/2011, Suppl. Ordinario n. 269);
  • Accordo del 27/07/2011 siglato tra il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale di cui al Decreto legislativo 17/10/2005, n. 226. Accordo ai sensi dell'articolo 18 comma 2 del Decreto legislativo 17/10/2005, n. 226;
  • D.I. del 7/09/2011 (e allegato) tra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, ai sensi della Legge 17/05/1999, n. 144, art. 69, co. 1, recante norme generali concernenti i diplomi degli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.) e relative figure nazionali di riferimento, la verifica e la certificazione delle competenze di cui agli articoli 4, co. 3, e 8 co. 2, del D.P.C.M. del 25/01/2008;
  • Decreto MIUR del 18/01/2011 di recepimento delle linee guida riguardanti la realizzazione di organici raccordi tra i percorsi degli istituti professionali e i percorsi di istruzione e formazione professionale ai sensi dell'art. 13 (comma 1-quinques) della Legge 40/2007, approvate dalla Conferenza Unificata del 16/12/2010;
  • Intesa del 16/12/2010 tra il Governo, le Regioni e le P.A. di Trento e Bolzano, i Comuni, le Province e le Comunità Montane per l'adozione di linee guida per la realizzazione di organici percorsi degli istituti Professionali e i percorsi di Istruzione e formazione professionale, a norma dell'art. 13, co. 1-quinques, del Decreto legge 31/01/2007, n. 7, convertito dalla Legge del 2/04/2007, n.40;
  • Linee guida di cui all'articolo 13, comma 1-quinquies del Decreto legge 31/01/2007, n. 7, convertito dalla Legge 2/04/2007, n. 40 (approvate in Conferenza Unificata il 16 dicembre 2010);
  • D.I. del 15/06/2010 di recepimento Accordo Stato-Regioni e P.A. del Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • Accordo del 29/04/2010 tra il MIUR, il MLPS, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano per la messa a regime del sistema di Istruzione e Formazione Professionale;
  • D.M. n. 9 del 27/01/2010 del MIUR sul modello di certificato delle competenze di base acquisite nell'assolvimento dell'obbligo di istruzione;
  • D.I. del 29/05/2009 del MLSPS di concerto con il MIUR. Recepimento dell'accordo in sede di Conferenza Stato-regioni e province autonome di Trento e Bolzano 5/02/2009, per la definizione delle condizioni e delle fasi relative alla messa a regime del sistema di secondo ciclo di istruzione e formazione professionale;
  • Accordo del 5/02/2009 tra MLSPS, MIUR, Regioni e province autonome di Trento e Bolzano per la definizione delle condizioni e delle fasi relative alla messa a regime del sistema di secondo ciclo di Istruzione e Formazione Professionale;
  • D.I. del 20/11/2008 del MLSPS di concerto con il MIUR sui piani di riparto relativi ai contributi finalizzati alla prosecuzione dei percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale;
  • Intesa del 20/03/2008 tra MLPS, MIUR, MPI, Regioni e province autonome di Trento e Bolzano per la definizione degli standard minimi del nuovo sistema di accreditamento delle strutture formative per la qualità dei servizi;
  • Documento del 14/02/2008 Conferenza delle regioni e delle Province autonome. Obbligo di Istruzione: Linee guida per le agenzie formative accreditate ai sensi del D.M. del 29/11/2007 (MPI/MPLS);
  • Documento del 27/12/2007 del Ministero della Pubblica Istruzione. Linee guida sull'obbligo di istruzione;
  • D.I. del 29/11/2007 del Ministero della Pubblica Istruzione e del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del "Percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale ai sensi dell'art. 1, comma 624 della Legge 27/12/06, n. 296;
  • D.M. n. 139 del 22/8/2007 del Ministero della Pubblica Istruzione. Regolamento recante norme in materia di Adempimento dell'obbligo di istruzione, ai sensi dell'art. 1 c. 622, della Legge 27/12/2006, n. 296 - documento tecnico - allegato 1: Assi culturali - Allegato 2: Competenze chiave di cittadinanza da acquisire al termine dell'istruzione obbligatoria;
  • D.M. del 20/12/2006 del Ministero della Pubblica Istruzione di concerto con il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Recepimento Accordo del 05/12/2006 in Conferenza Stato Regioni e Province Autonome per la definizione degli "standard formativi minimi relativi alle competenze tecnico professionali" in attuazione dell'accordo quadro in conferenza unificata del 19/06/2003;
  • Accordo Stato Regioni del 5/10/2006 per la definizione degli standard formativi minimi relativi alle competenze tecnico professionali, in attuazione di cui all'Accordo quadro sancito in conferenza unificata il 19/06/2003. Allegato 1: documento tecnico standard formativi minimi relativi alle competenze tecnico professionali dei percorsi sperimentali triennali ex accordo 19/06/2003. Allegato 2: figure professionali percorsi sperimentali triennali;
  • D.I. n. 86 del 3/12/2004 del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Approvazione dei modelli di certificazione per il riconoscimento dei crediti ai fini del passaggio dal sistema della formazione professionale e dall'apprendistato al sistema dell'istruzione. Modello A e Modello B;
  • Ordinanza Ministeriale n. 87 del 3/12/2004 del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Norme concernenti il passaggio dal sistema della formazione professionale e dall'apprendistato al sistema di istruzione, ai sensi dell'art. 68 della Legge n. 44 del 1999;
  • Accordo del 28/10/2004 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità Montane per la certificazione finale e intermedia e il riconoscimento dei crediti formativi modello A, modello B, legenda del modello B e modello C;
  • Accordo in Conferenza Stato-Regioni seduta del 15/01/2004 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, per la definizione degli standard formativi minimi in attuazione dell'Accordo Quadro sancito in Conferenza Unificata il 19/06/2003;
  • Accordo del 19/06/2003 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni e le comunità Montane. Realizzazione dall'anno scolastico 2003/2004 di un'offerta formativa sperimentale di istruzione e formazione professionale nelle more dell'emanazione dei decreti legislativi di cui alla Legge 53/2003;
  • D.I. n. 152 del 16/05/2001 tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sugli standard dei moduli aggiuntivi per gli apprendisti in obbligo formativo.

 

DOCUMENTAZIONE SUL DIRITTO-DOVERE

 

NORMATIVA SULL'ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE FORMATIVE

Leggi e altri atti normativi

  • Intesa del 20/03/2008 tra Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, le Regioni e province autonome di Trento e Bolzano per la definizione degli standard minimi del nuovo sistema di accreditamento delle strutture formative per la qualità dei servizi - GU n. 18 del 23/01/2009;
  • Accordo del 1/08/2002 tra il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano relativo alle competenze professionali degli operatori della Formazione professionali a completamento del processo di accreditamento;
  • D.M. n. 166 del 25/05/2001 - G.U. n. 162 del 14/01/2001 - S.O.N. 185 recante: "Disposizioni in materia di i accreditamento dei soggetti attuatori nel sistema di formazione professionale";
  • Accordo del 18/02/2000 tra il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano per l'individuazione degli standard minimi delle qualifiche professionali e dei criteri formativi e per l'accreditamento delle strutture della formazione professionale;
  • Decreto legislativo n. 112 del 31/03/1998 - GU n. 92 del 21/04/1998 - S. O. N. 77 (Rettifica G.U. n. 116 del 21/5/1997) recante: "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del capo I della legge 15/03/1997, n. 59";
  • Legge n. 196 del 24/06/1997​ art. 17 - G.U. n. 154 del 4/07/1997 S.O. n. 136 recante: "Norme in materia di promozione dell'occupazione" (Legge Treu).

 

LINK ALLE PAGINE REGIONALI SULL'ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE FORMATIVE

Regione Abruzzo

Regione Basilicata

Regione Calabria

Regione Campania

Regione Emilia Romagna

Regione Friuli Venezia Giulia

Regione Lazio

Regione Liguria

Regione Lombardia

Regione Marche

Regione Molise

Regione Piemonte

Provincia Autonoma Bolzano

Provincia Autonoma Trento

Regione Puglia

Regione Sardegna

Regione Sicilia

Regione Toscana

Regione Umbria

Regione Veneto