Home / Notizie / Catalfo: i nuovi Cavalieri al Merito della Repubblica, esempio e fonte d’ispirazione per l’intero Paese

Catalfo: i nuovi Cavalieri al Merito della Repubblica, esempio e fonte d’ispirazione per l’intero Paese

4 giugno 2020

In un post pubblicato su Facebook nel pomeriggio di ieri, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha inteso condividere alcune riflessioni sui 57 riconoscimenti di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana conferiti dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in occasione della ricorrenza del 2 giugno.

Venticinque donne e trentadue uomini, scrive la titolare del Dicastero, "che con il loro coraggio sono stati un esempio e una fonte di ispirazione per l'intero Paese".
Nostri concittadini, recitano le motivazioni dei riconoscimenti, che si sono "particolarmente distinti nel servizio della comunità durante l'emergenza Coronavirus".

Senza dimenticare i molti altri che hanno prestato la loro opera e dedicato il proprio impegno agli altri, il Ministro Catalfo ha ricordato Elena Pagliarini, l'infermiera stremata da un lavoro incessante e ritratta in fotografia ha fatto il giro del mondo. Con lei, Mahmoud Lufti Ghuniem, il rider che ha devoluto alla Croce Rossa di Torino 1.000 mascherine acquistate personalmente. E ancora, Pietro Floreno, affetto da Sla, che ha messo a disposizione della Asl il suo ventilatore polmonare di riserva. Poi, Irene Coppola che, oltre ad aver realizzato migliaia di mascherine a proprie spese, ne ha inventata una trasparente che permette la lettura del labiale e l'ha donata a un'associazione che si occupa di sordi.

Storie uniche, legate dalla cifra etica del servizio a favore della comunità, che il Ministro Catalfo ha voluto prendere a modello e ringraziarne pubblicamente i protagonisti: "A nome del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e a titolo personale, come donna, cittadina e madre".

 

Leggi il messaggio del Ministro Catalfo