Home / Notizie / Distribuzione ultimo miglio: ratificata l'ipotesi di accordo del 23 novembre 2021

Distribuzione ultimo miglio: ratificata l'ipotesi di accordo del 23 novembre 2021

16 febbraio 2022

Oggi, alla presenza del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, è stata ratificata l'ipotesi di accordo sottoscritta il 23 novembre scorso tra Assoespressi assistita dalla Confetra, con FILT/CGIL, Fit-Cisl e Uiltrasporti, e successivamente validata dai lavoratori, per le aziende che operano nella distribuzione ultimo miglio per Amazon Italia Transport S.r.l.

"Per me è motivo di grande soddisfazione essere arrivati ad un accordo tra le parti sociali, tra sindacato e imprese del settore dell'indotto delle grandi piattaforme, di Amazon nello specifico. È un accordo che dà più garanzie ai lavoratori, che riconosce livelli salari più adeguati e che consente di fare un ulteriore salto  dopo che si era definito un protocollo con Amazon mesi fa, un  ulteriore salto in positivo delle relazioni industriali in un settore che ha visto una forte conflittualità e spesso una compressione dei diritti inaccettabile. Una buona notizia realizzata grazie al concorso delle parti sociali". Così il ministro Orlando commentando l'accordo per le aziende che operano nella distribuzione ultimo miglio per Amazon Italia Transport.

L'accordo ratificato questo pomeriggio mira a favorire la realizzazione di un più avanzato sistema di relazioni sindacali che persegua la stabilità del lavoro e realizzi condizioni di competitività legate alla professionalità, alla qualità ed alla produttività, contemperando le esigenze aziendali con quelle di vita dei lavoratori.

Leggi il testo dell'accordo 

Guarda il video