Home / Notizie / Fermo Pesca 2021 - Ulteriori indicazioni operative e procedurali

Fermo Pesca 2021 - Ulteriori indicazioni operative e procedurali

11 febbraio 2022

Il 10 febbraio 2022, con repertorio n. 276 è stato vistato e registrato dalla Corte dei Conti e dall'Ufficio Centrale di Bilancio il Decreto Interministeriale n. 1 del 13 gennaio 2022 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e il Ministro dell'Economia e delle Finanze, relativo alle misure di sostegno al reddito a favore dei lavoratori dipendenti da imprese adibite alla pesca marittima, per l'anno 2021, per il fermo pesca obbligatorio e non obbligatorio.

A seguito di richiesta da parte degli operatori del settore in merito alla procedura di inoltro delle istanze di pesca relative all'annualità 2021, fermo restando il termine improrogabile del 15 marzo 2022 per l'inoltro delle istanze, indicato dal Decreto interministeriale n. 1 del 13 gennaio 2022, al fine di consentire la più ampia partecipazione alla fruizione dell'indennità in oggetto è possibile inviare, fin da ora, le istanze con la "scheda 9" compilata nella parte riservata all'azienda e trasmettere, improrogabilmente, entro il 15 marzo 2022, attraverso il sistema di messaggistica della CIGSonline, la "scheda 9" provvista del visto dell'Autorità Marittima competente  (art. 4  del Decreto Interministeriale n. 1 del 13  gennaio 2022).

Si ribadisce quanto già previsto dall'articolo 4, comma 6, del Decreto Interministeriale n. 1 del 13 gennaio 2022, in tema di improcedibilità delle istanze prive del visto dell'Autorità Marittima.

Si precisa inoltre, che il sistema informatico CIGSonline può ricevere le istanze sia con firma digitale, sia senza firma digitale. Si invitano gli utenti a prendere nota di quanto riportato nel documento "Istruzioni specifiche per il settore" nella pagina web "Fermo pesca", Paragrafo 2.1.8 - Sezione 8 - Conferma.

  • Invio online con firma digitale: valido per chi è munito di firma digitale (vedi manuale utente di CIGSonline)
  • Invio online senza firma digitale: stampare la prima pagina del "Modulo istanza", sottoscriverla a cura del legale rappresentante nell'apposito spazio "Firma", scansionare la prima pagina del modulo istanza con il documento di identità e rinominare il file, con l'aggiunta del numero istanza più la dicitura signed.pdf (es.: "Istanza_56789_signed.pdf"). Lo stesso deve essere salvato in CIGSonline tramite il pulsante "Carica file firmato digitalmente", posto a destra del nome del file selezionato. Si raccomanda di porre attenzione a rinominare il file nel modo indicato altrimenti non sarà possibile proseguire con il pagamento della marca da bollo e l'inoltro della domanda.

Restano ferme tutte le altre disposizioni previste dal Decreto Interministeriale n. 1 del 13 gennaio 2021.

Si invitano gli utenti a monitorare la casella e-mail fornita in sede di inoltro dell'istanza, sulla quale verranno notificate eventuali comunicazioni riferite alle istanze inviate. 

Per problemi tecnici inerenti la procedura di CIGSonline si può utilizzare il format previsto dalla pagina https://urponline.lavoro.gov.it/s/crea-case?language=it indicando quali categoria "Ammortizzatori sociali" e sottocategoria "Altri ammortizzatori".