Home / Notizie / Il ministro Orlando alla presentazione del progetto "SportPerTutti"

Il ministro Orlando alla presentazione del progetto "SportPerTutti"

30 giugno 2022

“È consapevolezza comune il fatto che lo sport sia uno strumento attraverso il quale produrre riscatto, creare pari opportunità e realizzare forme di uguaglianza sostanziale”. Lo ha detto questa mattina il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, intervenendo alla conferenza stampa Uisp di presentazione del progetto "SportPerTutti", finanziato dal dicastero stesso, che intende sostenere l'accessibilità all'attività sportiva e valorizzare il ruolo dello sport nel processo di riattivazione socio-economica post Covid-19. “Non è una cosa che fa solo bene al fisico - ha proseguito Orlando - ma fa bene alla società, alla sua organizzazione, alla garanzia e al consolidamento dei diritti fondamentali”.

“SportPerTutti” avrà luogo in 15 diverse regioni italiane e vedrà il coinvolgimento di 26 Comitati territoriali Uisp, insieme ad altri soggetti di cittadinanza attiva, università e rappresentanze sociali. “L’idea del progetto è iniziata a diventare parte integrante anche delle politiche europee. Durante il periodo più acuto della pandemia ci siamo resi conto di che cosa significhi dover rinunciare all'attività fisica e temo che sarà verificato anche nelle conseguenze future, sia dal punto di vista psicologico sia della salute”.

Nelle principali strategie sovranazionali, lo sport è infatti identificato come un fattore prioritario per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo, sostenibilità, coesione e pace e l’Uisp, insieme al Forum del terzo settore ha già avviato l’iter per la definizione di un parere d’iniziativa del Comitato Economico Sociale Europeo (adottato il 24 marzo scorso), attraverso il quale si sollecita l’Unione Europea nel rendere più visibile e incisiva la politica comunitaria in materia di sport, includendo, tra l’altro, il tasso di deprivazione sportiva nell’elenco degli indici Eurostat per misurare la deprivazione materiale.

“Questo progetto è importante per la sua capillarità - ha poi concluso il ministro Orlando - e noi lo abbiamo sostenuto per la ricaduta territoriale e per la capacità che ha di costruire network, rispetto per l’ambiente e sostegno all’economia”.