Home / Notizie / L’Autorità Europea del Lavoro (ELA) ha aperto la selezione per il Direttore Esecutivo

L’Autorità Europea del Lavoro (ELA) ha aperto la selezione per il Direttore Esecutivo

12 novembre 2019

L'Autorità Europea del Lavoro (ELA), il nuovo organismo decentrato dell'Unione, impegnato nel settore della mobilità transfrontaliera dei lavoratori, sta proseguendo l'iter di avviamento delle sue attività istituzionali che dovrebbe terminare entro il 2024 con il raggiungimento della piena operatività.

Nell'ambito di tale percorso, venerdì 8 novembre è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea CA 379/1 l'avviso per "un posto vacante di direttore esecutivo a Bratislava".

La sede di lavoro sarà a Bratislava, in Slovacchia, nazione dove avrà sede l'Autorità, e il posto sarà disponibile dal 1° gennaio 2020.

Obiettivo istituzionale dell'Autorità Europea del Lavoro "è facilitare l'accesso da parte degli individui e dei datori di lavoro alle informazioni circa i rispettivi diritti e obblighi; sostenere la cooperazione tra gli Stati membri dell'UE nell'applicazione transfrontaliera della pertinente normativa dell'Unione, anche agevolando le ispezioni congiunte; e mediare e facilitare una soluzione nei casi di controversie transfrontaliere tra Stati membri".

In particolare, il direttore esecutivo "gestirà e rappresenterà l'Autorità. Sarà il suo rappresentante legale e volto pubblico e dovrebbe essere indipendente nell'esercizio delle proprie funzioni e rendere conto delle proprie attività al consiglio di amministrazione". Inoltre, "avrà un ruolo centrale nella gestione dell'Autorità: sarà responsabile dell'adozione e della gestione delle misure amministrative, operative e finanziarie necessarie al suo buon funzionamento. Fatte salve le competenze del consiglio di amministrazione, il direttore esecutivo si assumerà la completa responsabilità dei compiti affidati all'Autorità e sarà soggetto alla procedura di discarico annuale del Parlamento europeo per l'esecuzione del bilancio".

Tra i numerosi requisiti per candidarsi alla posizione di vertice all'ELA, figurano la cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione europea; il possesso della laurea o del diploma universitario; un'esperienza professionale di almeno quindici anni post laurea, cinque dei quali "devono riferirsi all'ambito di attività dell'Autorità"; un'esperienza dirigenziale di almeno cinque anni "maturati in una posizione dirigenziale di alto livello in un settore pertinente per la posizione offerta".

Per ogni altro dettaglio sulla posizione e sulle modalità per presentare la candidatura - il cui termine è fissato alle 12:00 (ora di Bruxelles) di venerdì 6 dicembre 2019 - si può consultare il testo integrale dell'avviso.