Home / Notizie / Orlando: "Processi integrazione migranti importanti per avere mercato del lavoro efficiente"

Orlando: "Processi integrazione migranti importanti per avere mercato del lavoro efficiente"

28 maggio 2022

Ieri pomeriggio il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando è stato a Salerno dove ha aperto i lavori del seminario “Protagonisti! Le nuove generazioni italiane si raccontano 2022” del Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane CoNNGI, rete di associazioni di giovani con background migratorio, attive in tutta Italia, nata nel 2017 nell’ambito di un percorso promosso dal dicastero.

Il seminario, giunto alla sua sesta edizione è incentrato sul tema della cultura come strumento di coesione e promozione sociale. "Abbiamo sempre più bisogno di un processo di integrazione - ha dichiarato Orlando - che funzioni non solo per evitare riflessi negativi sul piano sociale, ma anche per gli effetti sul mercato del lavoro. Stiamo cominciando ad avere in alcuni settori dei vuoti che possono essere colmati soltanto con percorsi di immigrazione e integrazione come condizione essenziale”. "I processi di integrazione dei migranti sono importanti per avere un mercato del lavoro efficiente e in questi mesi - ha continuato il ministro Orlando - mi sono battuto affinchè il mio ministero potesse riacquisire una centralità in merito alla gestione di questi fenomeni, perché essi non sono un problema di ordine pubblico o almeno non possono essere derubricati solo a questo. È proprio in termini di efficienza che si pone la questione di un percorso di integrazione che sia corretto. Si devono contrastare l'immigrazione illegale, clandestina e chi traffica sulla vita delle persone. Proprio per questo vanno costruiti dei canali legali, controllati, che consentono il riconoscimento progressivo di diritti e che consentano dei percorsi di inclusione, nell'interesse di tutti i cittadini".