Home / Notizie / "Pagella in tasca": arrivati in Italia i primi minori stranieri non accompagnati

"Pagella in tasca": arrivati in Italia i primi minori stranieri non accompagnati

18 ottobre 2021

Arrivato a Torino, il primo gruppo di cinque minori soli, sui trentacinque selezionati all'interno dal progetto "Pagella in tasca", promosso e realizzato dall'organizzazione umanitaria Intersos insieme a UNHCR, Agenzia ONU per i rifugiati. Si tratta di ragazzi tra i 15 e i 17 anni, originari del Darfur, Sudan, e rifugiati in Niger, che verranno inseriti in percorsi di studio e inclusione sociale.

Saranno ospitati da famiglie affidatarie con un meccanismo di community sponsorship, che prevede anche il coinvolgimento di tutori volontari e del Comune di Torino oltre alle organizzazioni del privato sociale. Le famiglie riceveranno un supporto educativo, legale e psicologico. Grazie ad una borsa di studio di 12 mesi, i minori potranno conseguire la licenza media e successivamente scegliere se proseguire il proprio percorso nella scuola secondaria superiore o nella formazione professionale.

Insieme a Intersos e UNHCR sono partner del progetto il Comune di Torino, la rete CPIA Piemonte, l'Arcidiocesi di Torino e alcune organizzazioni locali ed è stato firmato un protocollo d'intesa nazionale con i Ministeri degli Affari Esteri, dell'Interno e del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il progetto è stato realizzato con il sostegno della Conferenza Episcopale Italiana (nell'ambito della Campagna "Liberi di partire, liberi di restare" – Fondi 8 per mille Chiesa Cattolica), della Fondazione Migrantes, di Acri (nell'ambito del Progetto "Migranti") e della Fondazione Compagnia di San Paolo.

ll Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali,  tra i firmatari del protocollo d'intesa inserirà i beneficiari negli interventi di politica attiva del lavoro per soggetti vulnerabili promossi dalla sua Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche di Integrazione. Inoltre parteciperà alla valutazione di tutti i percorsi di inclusione messi in campo da "Pagella in tasca".

Per maggiori informazioni visita la pagina web dedicata al progetto.