Home / Notizie / Presentato oggi, all'INAIL, il bando ISI Agricoltura 2016, che stanzia 45 milioni di euro per micro e piccole imprese

Presentato oggi, all'INAIL, il bando ISI Agricoltura 2016, che stanzia 45 milioni di euro per micro e piccole imprese

23 novembre 2016

Si è svolta oggi la Conferenza Stampa di presentazione del Bando ISI Agricoltura 2016.

All'evento, ha partecipato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, assieme al suo collega Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e al Commissario Straordinario INAIL, Massimo De Felice.

Il bando, un inedito dopo sei edizioni ISI, finanzia per la prima volta l'incremento delle condizioni di sicurezza del comparto agricolo, da sempre segnato da elevato rischio infortunistico. Nel dettaglio, il bando finanzia gli investimenti per l'acquisto, o il noleggio con patto d'acquisto, di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole o forestali caratterizzati da soluzioni innovative per l'abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende, nel rispetto del Regolamento 702/2014 della Commissione Europea. 

Il Commissario De Felice ha aperto i lavori e illustrato il contenuto del Bando, le modalità di presentazione delle domande, l'importo dei contributi e la sintesi delle modalità tecniche. Nel suo intervento, De Felice ha richiamato l'attenzione su quanto la prevenzione sia anche "molla per lo sviluppo e la crescita". 

A parere del Ministro Poletti, la novità del Bando ISI in agricoltura rinnova "una tradizione consolidata di INAIL, sul tema della sicurezza nelle imprese". Secondo Poletti è bene svecchiare il modello che punta a raggiungere la sicurezza solo con il timore delle verifiche e delle sanzioni: "è un bene che i controlli ci siano, ma è soprattutto un bene che - oltre la norma e la sanzione - ci siano strumenti per la sicurezza dei lavoratori. Il Bando è proprio per questo: si aiutano le imprese agricole a migliorare le condizioni di sicurezza dei lavoratori".

Il Ministro ha ricordato quanto l'agricoltura sia oggi molto cambiata e ha posto l'accento sui numerosi giovani che tornano a occuparsi di agricoltura, "un motivo di soddisfazione - ha detto - che testimonia l'evoluzione globale del settore, che passa anche attraverso la sicurezza, con il rinnovamento di macchine e attrezzature". 

Soddisfazione è stata espressa pure dal Ministro Martina che ha voluto ricordare la favorevole esperienza maturata con l'EXPO 2015, dove si è realizzato anche un confronto tra mondi agricoli differenti, per culture e per tecnologie. "Abbiamo visto cosa c'era da fare, osservando le tecnologie degli altri e oggi possiamo dire che sostenibilità, innovazione e sicurezza, sono un trittico ideale per lo sviluppo dell'agricoltura". 

Con il bando ISI Agricoltura 2016, sono stati messi a disposizione delle micro e piccole aziende del settore agricolo 45 milioni di euro, a fondo perduto. L'importo totale - finanziato per 20 milioni dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e per i restanti 25 dall'INAIL - sarà distribuito in budget regionali e provinciali ed è ripartito in due assi d'intervento: il primo, da cinque milioni di euro, riservato ai giovani agricoltori, anche organizzati in forma societaria; il secondo, da 40 milioni, destinato alla generalità delle imprese agricole. L'intera operazione è stata realizzata in collaborazione col Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Vai al servizio sulla Conferenza Stampa