Home / Notizie / Fermo Pesca 2019: nuove indicazioni operative a seguito dell'emergenza epidemiologica COVID-19

Fermo Pesca 2019: nuove indicazioni operative a seguito dell'emergenza epidemiologica COVID-19

25 marzo 2020

A seguito dello stato emergenziale attualmente in vigore e conformemente a quanto disposto dall'art. 103 del Decreto-legge n. 18/2020, al fine di consentire la più ampia partecipazione alla fruizione dell'indennità e a modifica di quanto già comunicato con la notizia del 18 febbraio 2020, è possibile inviare la "scheda 9" entro la data del 20 giugno 2020, laddove risultasse ancora sprovvista del visto dell'Autorità Marittima competente.

Si ribadisce quanto già previsto dall'articolo 4, comma 6, del Decreto Interministeriale n. 1 del 22 gennaio 2020, in tema di improcedibilità delle istanze prive del visto dell'Autorità Marittima.

Per effetto di quanto comunicato sopra, la dilazione di tutto l'iter istruttorio comporterà un inevitabile slittamento del termine entro il quale il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione - trasmetterà il provvedimento di autorizzazione, corredato dagli elenchi degli aventi diritto, al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca - Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura - che sarà spostato dalla data del 30 giugno 2020 a quella del 30 ottobre 2020 (inclusa la sospensione feriale), con la conseguente possibilità che le Capitanerie di Porto non riescano a provvedere all'erogazione delle indennità in favore dei beneficiari nel corso dell'anno 2020.

Restano ferme tutte le altre disposizioni previste dal Decreto Interministeriale n. 1 del 22 gennaio 2020.

Si invitano gli utenti a monitorare la casella e-mail fornita in sede di inoltro dell'istanza, sulla quale verranno notificate eventuali comunicazioni.