Home / Notizie / Il Ministro Di Maio: “Lavoriamo per dare la possibilità a tutti di vivere dignitosamente”

Il Ministro Di Maio: “Lavoriamo per dare la possibilità a tutti di vivere dignitosamente”

30 aprile 2019

"Il 1° maggio lo dedico a tutte le persone che, con i nostri provvedimenti, stanno avendo la possibilità di guardare al futuro con fiducia", così il Ministro del Lavoro, delle Politiche Sociali e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, alla vigilia della Festa del Lavoro.

Come da tradizione istituzionale, il titolare del Dicastero prenderà parte alla cerimonia che si svolgerà domani al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Nelle parole del Ministro Di Maio, affidate a un lungo messaggio sul proprio profilo Facebook, la soddisfazione per quanto realizzato finora: "Stiamo costruendo un mercato del lavoro che ridà stabilità ai lavoratori. I numeri sull'occupazione ci raccontano cosa accade nel paese e come il Decreto Dignità sia stato la chiave di volta per far ripartire l'occupazione".

Le cifre, certificate proprio oggi dall'Istat, forniscono la più chiara testimonianza della bontà del lavoro svolto. Spiega, infatti, il Vicepremier e Ministro: "Cresce in maniera costante e prolungata il numero degli occupati, 114.000 assunzioni in più rispetto a marzo 2018. Il tasso di occupazione sale di 0,2 punti rispetto a febbraio e arriva al 58,9%". Di particolare rilievo "i 44.000 assunti a tempo indeterminato in più rispetto al mese di febbraio. Quello del lavoro a tempo indeterminato - pone in evidenza Di Maio - è un trend che cresce in modo costante", ormai da ottobre 2018.

Nonostante i risultati raggiunti finora, il Ministro Di Maio non perde di vista quanto è tuttora in agenda, tra le priorità dell'azione di governo: "Il lavoro è ancora molto, ma il trend è invertito e con l'avvio della riforma dei Centri per l'Impiego e il nuovo modello di politiche attive per il lavoro i dati miglioreranno ancora".

 

Leggi il testo completo del messaggio del Vicepremier e Ministro Di Maio