Home / Notizie / Lavori usuranti: entro il 1° maggio 2021 le domande per l’accesso al trattamento pensionistico

Lavori usuranti: entro il 1° maggio 2021 le domande per l’accesso al trattamento pensionistico

19 marzo 2021

Con il Messaggio n. 1169 del 19 marzo 2021, l'INPS fornisce le istruzioni per la presentazione, entro il 1° maggio 2021, delle domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti (cosiddetti "lavori usuranti"), di cui al D.Lgs. 21 aprile 2011, n. 67, come modificato dalla Legge 11 dicembre 2016, n. 232, per i lavoratori che maturano i requisiti agevolati per l'accesso al trattamento pensionistico dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022.

Il provvedimento, mediante dettagliate tabelle, indica i requisiti specifici per l'accesso al beneficio in relazione ai seguenti destinatari:
- lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti;
- lavoratori addetti alla cosiddetta "linea catena";
- conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo;
- lavoratori notturni a turni;
- lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all'intero anno lavorativo.

Quanto al regime delle decorrenze, l'Istituto precisa che la presentazione della domanda oltre il termine del 1° maggio 2021 comporta, in caso di accertamento positivo dei requisiti, il differimento della decorrenza del trattamento pensionistico anticipato pari a:
- 1 mese, per un ritardo della presentazione inferiore o pari a un mese;
- 2 mesi, per un ritardo della presentazione superiore a un mese e inferiore a tre mesi;
- 3 mesi, per un ritardo della presentazione pari o superiore a tre mesi.

Per tutti i dettagli, consulta il Messaggio.