Home / Notizie / Orlando: un passo importante che pone l‘Italia all’avanguardia rispetto ad altre nazioni e inaugura un nuovo sistema di relazioni industriali

Orlando: un passo importante che pone l‘Italia all’avanguardia rispetto ad altre nazioni e inaugura un nuovo sistema di relazioni industriali

15 settembre 2021

Si è svolto oggi, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'incontro tra Amazon Italia Logistica Srl, assistita da Conftrasporto, e le rappresentanze sindacali di categoria, Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, per la sottoscrizione di un protocollo di relazioni industriali.

Il ministro Andrea Orlando, che ha presieduto il tavolo, ha messo in rilievo quanto la firma completi il percorso avviato in aprile - proprio dietro suo impulso - con la proposta alle parti di una serie di indicazioni per il confronto bilaterale "in materia di applicazione della normativa nazionale sul lavoro e in coerenza col Capitolo I del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione, di sicurezza sul lavoro e di relazioni industriali tra l'azienda e le Organizzazioni Sindacali".

Nel suo intervento, Orlando ha posto in rilievo le ricadute che deriveranno dalla firma del protocollo: "Abbiamo visto come lo sviluppo tumultuoso del settore possa produrre anche elementi di conflittualità e di tensione con la realtà territoriale che possono essere assorbiti, prevenuti e, in qualche modo, evitati attraverso un sistema ordinato di garanzie e relazioni industriali".

Sul medesimo aspetto, parlando con i giornalisti a margine dell'incontro, il ministro ha ricordato quanto il settore sia strategico e, soprattutto, quanto l'accordo sia un inedito per l'Italia: "Amazon si impegna su un metodo di confronto con il sindacato che, dobbiamo dirlo, altre nazioni hanno scelto di non percorrere. Si tratta di una scelta importante per ciò che rappresenta Amazon nel settore della logistica e per quello che la stessa logistica rappresenta oggi nella dinamica economica del nostro Paese''.

Inoltre, sul versante della stretta attualità, il ministro si è augurato che la firma del protocollo possa "contribuire a migliorare il quadro della situazione nell'ambito della logistica, segnato da una forte conflittualità, ricordando anche che Amazon è un player importante che può condizionare in positivo il quadro delle relazioni sindacali".

Allo stesso modo, ha ricordato quanto le evoluzioni dello scenario siano veloci, a volte improvvise, e, per tale ragione, ha sottolineato il valore essenziale della negoziazione: "Credo che da questo punto di vista il metodo sia veramente sostanza anche perché, per quanto noi potremmo essere bravi a disciplinare il quadro, non saremmo così rapidi come è necessario. Ciò, nel senso che qualunque norma arriverà sempre un po' in ritardo rispetto alla velocità dei cambiamenti in atto. Il fatto di avere, invece, una negoziazione che è in grado di accompagnare e anche di prevenire alcuni processi è uno strumento assolutamente fondamentale per gestire questi processi".

Nel corso del punto stampa, inoltre, il ministro Orlando ha più volte richiamato l'attenzione sul carattere etico e di univocità del protocollo e ne ha auspicato la ripetizione in altri settori: "Che il passo di oggi possa essere la matrice dell'estensione di un metodo anche ad altre realtà, perché in questo momento è interesse di tutti contenere quanto più possibile le tensioni e avere una modalità omogenea di confronto e di dialogo sociale".

 

Leggi il testo del comunicato stampa