Home / Notizie / Proposta di legge per colmare il gender pay gap: dichiarazione delle Consigliere Nazionali di Parità

Proposta di legge per colmare il gender pay gap: dichiarazione delle Consigliere Nazionali di Parità

10 ottobre 2019

"Esprimiamo il nostro più vivo apprezzamento nei confronti della proposta di legge presentata ieri alla Camera dall'onorevole Chiara Gribaudo che, nel perseguire la strada della tanto agognata parità salariale, intende sostenere e potenziare i compiti che la rete delle Consigliere di Parità è chiamata a svolgere in materia di parità e pari opportunità nel lavoro e attribuisce alla Consigliera Nazionale il delicato compito di monitorare l'applicazione della legislazione vigente.

Il testo, infatti, si propone di modificare l'art. 46 del Codice delle pari opportunità (D.lgs. 198/2006), introducendo la redazione, su base volontaria, del rapporto sulla situazione del personale maschile e femminile anche per le aziende che impiegano meno di cento dipendenti, che deve essere trasmesso alle Consigliere di Parità.

Ma non solo. Raccogliendo una battaglia che più volte le Consigliere hanno rivendicato, la proposta prevede che l'INPS invii ogni anno al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l'elenco delle imprese che, impiegando oltre cento dipendenti, sono obbligate a redigere il rapporto, permettendo così di rafforzare il ruolo di controllo che già siamo chiamate a svolgere.

Infine, la possibilità di rilasciare una «certificazione di pari opportunità di lavoro» alle aziende che, all'esito dell'attività di verifica, avranno rispettato i parametri minimi di pari opportunità stabiliti con decreto dal Ministero del Lavoro e delle Poltiche Sociali, siamo fiduciose che potrà creare un circolo virtuoso per aiutare le donne italiane a trovare un impiego e a colmare il gap che le vede guadagnare fino a un quinto in meno dei colleghi a parità di mansioni".


Francesca Bagni Cipriani
, Consigliera Nazionale di Parità effettiva
Serenella Molendini, Consigliera Nazionale di Parità supplente