Home / Notizie / TIM S.p.A. e le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno sottoscritto il contratto di espansione

TIM S.p.A. e le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno sottoscritto il contratto di espansione

17 maggio 2021

Si è svolto oggi, in videoconferenza al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'incontro per la sottoscrizione del contratto di espansione tra TIM S.p.A. e le rappresentanze sindacali di categoria.

Il contratto di espansione - definito più volte, nel corso dell'incontro, "un autentico strumento di politiche attive" - è regolato dall'articolo 41 del D.lgs. n. 148/2015 ed è stato rifinanziato dalla Legge di Bilancio 2021. Nel dettaglio, esso prevede misure specifiche in favore di lavoratori di imprese o gruppi di imprese con un organico superiore a 1.000 unità lavorative che attuino piani di riorganizzazione e di ristrutturazione di particolare rilevanza strategica, in linea con i programmi europei.

A conclusione di un lavoro e un esame condiviso, le Parti hanno firmato l'accordo che prevede quattro punti principali:

  • nel corso del biennio 2021/2022 TIM S.p.A. procederà "all'assunzione di un numero complessivo di n. 650 unità con contratto a tempo indeterminato con profili professionali compatibili con il piano di riorganizzazione". Inoltre, l'azienda si è riservata l'opportunità di assumere anche adottando il contratto di apprendistato professionalizzante.
    In relazione alle evoluzioni del nuovo contesto di business, analizzato con cura durante l'esame congiunto, l'Azienda si è impegnata "all'ulteriore assunzione di n. 100 operatori di caring nel periodo maggio-dicembre 2021 nell'ambito della Società del Gruppo Telecontact Center";
  • sul versante formativo, TIM ha definito il Progetto di formazione e di riqualificazione per l'adeguamento e la valorizzazione delle competenze, per l'accrescimento del ruolo e per lo sviluppo delle professionalità in coerenza con il piano di riorganizzazione per coinvolgere, "in modo responsabile e collettivo, tutti i lavoratori in programmi di apprendimento continuo e di qualificazione (continuous learning) che li accompagnino per tutto l'arco della vita professionale";
  • riguardo al principio della parità di genere, elemento di solida convergenza tra le Parti, esso sarà rispettato "tanto con riferimento alle assunzioni quanto in riferimento ai percorsi formativi";
  • infine, per quanto attiene la riduzione dell'orario di lavoro, sarà applicata dal 24 maggio 2021 per la durata di sedici mesi e riguarderà l'intero complesso aziendale, fatte salve le esclusioni individuate.