Home / Priorita / Il saluto del ministro Orlando ai nuovi assunti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il saluto del ministro Orlando ai nuovi assunti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

8 marzo 2022

"Entrano a far parte dei nostri uffici 65 donne, con il 36% di nuovi assunti tra i 30 e i 35 anni e il 33% tra i 35 e i 40 anni". Lo ha dichiarato ieri il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, annunciando con soddisfazione l'assunzione di nuove risorse professionali presso il Dicastero.

"Da tempo era necessaria un'iniezione di nuove risorse qualificate - ha detto il ministro - in particolare giovani. Nel Ministero è in atto un profondo processo di riorganizzazione che interessa tutte le strutture, con l'obiettivo di adeguarsi alle importanti sfide, presenti e future, sociali e del lavoro. Siamo chiamati ad accompagnare alcune transizioni nel mondo del lavoro, ma più in generale, nell'organizzazione dell'economia e della società, che avranno effetti sia di carattere sociale che occupazionale e il Ministero sarà al centro della gestione di queste transizioni. Da questo punto di vista – ha proseguito Orlando - il fine più alto cui dovremmo e dovranno corrispondere i neo assunti al ministero e che ha iniziato a farsi strada durante il periodo della pandemia, è la nascita di un Pilastro europeo dei diritti sociali". 

"Il lavoro - ha concluso il ministro - si difende non soltanto con una capacità di far funzionare positivamente il sistema economico e produttivo, ma anche, ad esempio, con una capacità di mantenere aggiornate le competenze dei lavoratori che saranno chiamati a cambiare sempre più rapidamente e anche con la difesa delle fasce più vulnerabili. C'è chi al lavoro non può accedere o può accedere solo in condizioni parziali e che per questo versa in condizione di povertà e non autosufficienza. Questo è un tema che richiama la nostra attenzione e che deve essere al centro della politica del Ministero".


Degli 87 neoassunti, 22 sono uomini e 65 sono donne.
L'8% circa ha un'età compresa tra i 50 e i 55 anni.
L'11 % circa ha un'età compresa tra i 45 e i 50 anni.
L'8% circa ha un'età compresa tra i 40 e i 45 anni.
Il 33% circa ha un'età compresa tra i 35 e i 40 anni.
Il 36% circa ha un'età compresa tra i 30 e i 35 anni.
Il 4% circa ha un'età minore di 30 anni.