Home / Priorita / Flussi d’ingresso, semplificazioni e controlli a campione sui datori di lavoro

Flussi d’ingresso, semplificazioni e controlli a campione sui datori di lavoro

6 luglio 2022

Il Decreto Legge n. 73/2022, in vigore dal 22 giugno 2022, ha introdotto importanti novità per i flussi d'ingresso per lavoro in Italia e notevoli semplificazioni delle procedure di rilascio del nulla osta al lavoro, che consentirà l'attività lavorativa in Italia.

Il decreto, tra l'altro, semplifica la verifica dei requisiti sull'osservanza delle prescrizioni del contratto collettivo di lavoro e la verifica sulla congruità del numero delle richieste, prevedendo che prima della domanda tali controlli siano effettuati da consulenti del lavoro e associazioni datoriali. 

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro, che farà controlli a campione in collaborazione con l'Agenzia delle entrate, ha diffuso la Circolare INL n.3/2022, in riferimento all' art. 44 del D.L. n. 73/2022, "semplificazione delle verifiche per l'ingresso di personale extracomunitario", dando indicazioni sulla procedura di "asseverazione", ossia la procedura di verifica dei requisiti dei datori di lavoro che verrà eseguita da consulenti del lavoro e organizzazioni datoriali.

Consulenti e associazioni datoriali saranno chiamati a fare delle verifiche su capacità patrimoniale, equilibrio economico-finanziario, fatturato, numero di dipendenti e tipo di attività. Inoltre, "ai fini di una maggior consapevolezza di giudizio", dovranno acquisire il DURC e una serie di autocertificazioni indicate dettagliatamente nella circolare, alla quale è allegato anche un modello per l'asseverazione.

La verifica dei requisiti non sarà richiesta per le istanze presentate dalle organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale che hanno sottoscritto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali un apposito protocollo d'intesa con il quale si impegnano a garantire il rispetto dei requisiti richiesti. Per le domande già proposte per l'annualità 2021 l'asseverazione sarà presentata dal datore di lavoro al momento della sottoscrizione del contratto di soggiorno.


Ecco in sintesi le altre principali novità introdotte dal DL 73/2022:

  • Nulla osta entro 30 giorni e visto d'ingresso entro 20 giorni

Il nulla osta sarà rilasciato per tutte le domande presentate nell'ambito del decreto flussi 2021 entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto-legge e consentirà di svolgere attività lavorativa in Italia. Il visto d'ingresso in Italia, richiesto sulla base dei nulla osta al lavoro subordinato e stagionale, sarà rilasciato entro venti giorni dalla data di presentazione della domanda.

  • Possibilità di assumere subito chi è già in Italia

Il datore di lavoro potrà assumere subito anche lavoratori già presenti in Italia, sebbene in condizione irregolare, alla data del 1° maggio 2022, come "provato" da eventuali rilievi fotodattiloscopici, dichiarazioni di presenza o "documentazione di data certa proveniente da organismi pubblici". Queste condizioni non devono essere accertate dal datore di lavoro, ma saranno verificate dallo Sportello Unico per l'Immigrazione, solo successivamente all'assunzione, quando convocherà il datore e il lavoratore per la sottoscrizione del contratto di soggiorno.

 

Per approfondimenti vai sul Portale integrazione migranti

Fonte normativa: Decreto Legge 21 giugno 2022, n. 73

Circolare INL n. 3/2022 (Ispettorato.gov.it)

Modello di asseverazione (Ispettorato.gov.it)