Home / Stampa e media / Comunicati / COMDATA, richiesta la proroga della cassa integrazione per il sito di Pozzuoli

COMDATA, richiesta la proroga della cassa integrazione per il sito di Pozzuoli

29 marzo 2019

Proseguiranno gli incontri per il monitoraggio della verifica della situazione occupazionale nei siti produttivi di Padova e Pozzuoli


Si è svolto oggi, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un incontro di monitoraggio per la verifica della situazione occupazionale nei siti produttivi di Padova e Pozzuoli della COMDATA Spa.

Le Parti, convocate al tavolo, hanno espresso un unanime consenso alla proroga della CIGS fino al 31 dicembre 2019 per i 64 lavoratori della la sede di Pozzuoli, in attesa che entri in vigore la legge di conversione del Decreto Legge n.4/2019 nella quale sono stanziate nuove risorse per il sostegno al reddito dei lavoratori nei call center. In questo modo, si consentirà ai dipendenti di poter contare sull'ammortizzatore sociale fino al loro definitivo inserimento sulla nuova commessa Inps - Equitalia.

Parallelamente, per il sito di Padova, proseguirà l'intervento dell'assegno di solidarietà in favore delle 158 unità lavorative occupate. L'azienda ha aperto un tavolo presso la Regione Veneto per monitorare lo stato di avanzamento della situazione. Il nuovo incontro è già fissato per il prossimo 17 aprile.

Soddisfazione è stata espressa dall'Ing. Giorgio Sorial, Vice Capo di Gabinetto del MiSE, che ha ricordato la delicata situazione di un settore che sta vivendo un momento di transizione, provocando numerose crisi aziendali e occupazionali: "Siamo partiti da una situazione particolare, molto difficile, che avrebbe determinato la perdita di numerosi posti di lavoro e nessuna copertura di ammortizzatori. L'impegno del Governo prosegue per monitorare il programma di reindustrializzazione avviato per il gruppo industriale operante nel settore dei servizi alle imprese. Il lavoro svolto durante questi mesi con la convocazione del tavolo sui call center e i tavoli di crisi al MiSE e al MLPS ha condotto il Governo alla scrittura di una norma che introduce, per i lavoratori dipendenti di imprese del settore call center, nuove misure di sostegno al reddito. Grazie a questa norma - approvata in via definitiva al Senato il 27 marzo – l'azienda COMDATA potrà usufruire di uno strumento utile al fine di superare il momento di crisi mantenendo l'apertura del sito di Pozzuoli e la salvaguardia dei livelli occupazionali".