Home / Stampa e media / Comunicati / Treofan, raggiunto l’accordo per la cassa integrazione

Treofan, raggiunto l’accordo per la cassa integrazione

28 marzo 2019

La CIGS per la reindustrializzazione partirà il 1° aprile e coinvolgerà i 65 lavoratori dello stabilimento campano

 

È stato firmato oggi, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'accordo di CIGS per lo stabilimento di Battipaglia (SA) della Treofan Italy Srl, bloccando così il licenziamento dei 65 dipendenti. L'intesa tra i rappresentati della società e dei lavoratori è stata raggiunta alla presenza del Vice Capo di Gabinetto del MiSE, Ing. Giorgio Sorial, e dei referenti della Regione Campania.

La cassa integrazione per cessazione, con decorrenza dal prossimo 1° aprile, durerà 12 mesi, periodo massimo previsto dall'art. 44 del Decreto Legislativo n.109/2018. In questo lasso di tempo, sarà avviato il programma di reindustrializzazione che prevede l'attività dell'Advisor Vertus per la ricerca di un acquirente del sito produttivo, il quale possa salvaguardare i livelli occupazionali. Seguiranno degli incontri, all'interno dell'azienda, per definire le modalità di rotazione dei dipendenti e le misure di incentivo all'esodo per coloro che non si opporranno al licenziamento.

Parallelamente all'ammortizzatore sociale, è stato siglato l'accordo di ricollocazione che permetterà di accedere all'AdR CIGS che dallo scorso anno può essere richiesto anche dai lavoratori in cassa integrazione. La Regione Campania ha, inoltre, espresso il suo impegno ad attivare un piano di politiche attive che possa favorire il rapido reinserimento di tutti i lavoratori nel mercato del lavoro.

Al margine della firma, è stata espressa l'unanime soddisfazione per il risultato, raggiunto con profondo spirito di collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti nella trattativa. "Questo non è un punto di arrivo - ha tenuto a specificare il Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial - bensì l'inizio per guardare al futuro con una diversa prospettiva. Puntiamo alla reindustrializzazione del sito, processo che seguiremo con attenzione, così come fatto finora, per assicurare che non venga disperso il capitale umano attualmente impiegato nello stabilimento".

Seguiranno, infatti, degli incontri per monitorare lo stato di avanzamento del programma di reindustrializzazione. Il primo aggiornamento tra le Parti, a livello istituzionale, è programmato per il mese di giugno.