Home / Stampa e media / Comunicati / Alitalia: svolti i primi incontri per l’esame congiunto sulla proroga della CIGS

Alitalia: svolti i primi incontri per l’esame congiunto sulla proroga della CIGS

6 marzo 2019

​Si sono svolti oggi, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, due incontri per l'esame congiunto sulla proroga della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria in Alitalia.

Oltre ai rappresentanti del Dicastero e dell'azienda, alla prima riunione hanno preso parte anche quelli del Ministero Infrastrutture e Trasporti e delle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporto Aereo e Anpac.
La successiva si è svolta tra i due Ministeri, l'azienda e la rappresentanza sindacale USB.

In pratica, la richiesta di Alitalia è stata per il rinnovo del periodo di CIGS dal prossimo 24 marzo, per ulteriori sei mesi. Un'esigenza motivata dalla necessità di organizzarsi nel miglior modo operativo possibile in vista dell'imminente stagione estiva e legata, a ogni buon conto, all'attività di gestione che stanno svolgendo i commissari straordinari dell'azienda.

Da parte delle Organizzazioni Sindacali - sia pure nelle rispettive valutazioni di merito - è stato unanimemente apprezzato il clima di dialogo instaurato e la sensibilità dimostrata dal Governo. Inoltre, è stato registrato il riconoscimento del buon lavoro svolto dall'attuale dirigenza di Alitalia, sia pure nelle difficoltà tipiche dell'amministrazione straordinaria.

Sul fronte strettamente operativo, i rappresentanti sindacali hanno chiesto alcuni chiarimenti riguardo al numero delle risorse interessate dall'ammortizzatore sociale e sull'assetto organizzativo con il quale l'azienda si appresta ad affrontare la stagione di punta.

Sul versante economico-finanziario, i rappresentanti dell'azienda hanno comunque colto l'occasione per porre in evidenza che il fatturato 2018 si è attestato su 3 miliardi di euro (soprattutto con il favorevole peso del lungo raggio, pari a circa il 48% del totale) e che le perdite sono state dimezzate rispetto all'esercizio precedente. Inoltre, hanno rilevato che Alitalia sta costantemente seguendo un buon andamento sui parametri di efficienza e puntualità.

Al termine di entrambi i dibattiti - nella consapevolezza che gli incontri si sono focalizzati su aspetti di gestione del personale, legati unicamente alle imminenti esigenze operative - i rappresentanti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali hanno auspicato il raggiungimento di un accordo, anche in prossimità delle importanti scadenze che attendono l'azienda.

Proprio per questo, tutte le parti si sono reciprocamente accordate per svolgere un prossimo incontro il 18 marzo e per dedicare il tempo a disposizione a riunioni di approfondimento sulle differenti esigenze del personale di bordo e di terra.