Home / Stampa e media / Comunicati / Calderone esprime vicinanza Famiglia De Seta e annuncia correzione norma risarcimento famiglie vittime infortuni mortali

Calderone esprime vicinanza Famiglia De Seta e annuncia correzione norma risarcimento famiglie vittime infortuni mortali

6 gennaio 2023

​"Quando muore un giovane durante un periodo di alternanza scuola-lavoro in azienda è una grave sconfitta per il sistema creato a protezione della vita di ogni lavoratore. Ai genitori va tutta la mia vicinanza come Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e come mamma, consapevole che nessun risarcimento economico potrà mai lenire il loro dolore. Ma a questo si aggiunge anche il senso di profonda ingiustizia che deriva dal vulnus normativo esistente che consente il risarcimento economico ai familiari, solo quando a subire l'infortunio mortale è il principale percettore del reddito. Questa regola è vigente da troppo tempo per sopravvivere ancora nel nostro Ordinamento e ha riguardato tante altre famiglie in questi anni. Va cambiata immediatamente e lo faremo con il prossimo decreto a cui stiamo lavorando in questi giorni, primo veicolo normativo utile. Per questo motivo avevo già convocato per il 12 gennaio prossimo un tavolo tecnico sulla sicurezza sul lavoro e sui correttivi più urgenti alla normativa al quale parteciperanno tutte le parti sociali e datoriali, i Ministri dell'Università e quello dell'Istruzione, l'Inail e l'Ispettorato Nazionale del Lavoro. L'emergenza infortuni sul lavoro è prioritaria nella mia agenda".

Così il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, intervenendo sulla tragica morte, a settembre scorso, di Giuliano De Seta in una fabbrica a Noventa di Piave (Venezia), ma non risarcita da Inail in base alla normativa vigente.