Home / Temi e priorità / Economia Sociale / Glossario

Glossario

Comitato di Monitoraggio
È il Comitato nato con la Dichiarazione di Lussemburgo del 2015, con la quale gli Stati membri dell'UE si sono impegnati a valorizzare l'economia sociale come pilastro per economie forti, inclusive e resilienti.
L'Italia quest'anno presiede il Comitato di Monitoraggio e il Ministro Orlando ne ha presentato le proposte. Si intende promuovere un serie di priorità ed azioni, facendo del Comitato un foro ideale per dare sostegno al piano d'azione.


Economia Sociale
L'Economia sociale è caratterizzata dalle attività senza scopo di lucro e di utilità sociale realizzate dalle organizzazioni di Terzo Settore che agiscono in base a principi di reciprocità e democrazia.
L'Economia sociale ha modificato l'economia post Covid attraverso modelli economici inclusivi e sostenibili e ha dato luogo ad una trasformazione ecologica, economica e sociale più equa.

 

Impresa sociale
L'impresa sociale è un ente privato che esercita in via stabile e principale un'attività di impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, adottando modalità di gestione responsabili e trasparenti e favorendo il più ampio coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e degli altri stakeholders.
Il Codice del Terzo Settore identifica una specifica sezione del Registro Unico Nazionale dedicata alle imprese sociali. All'interno della stessa sezione sono altresì incluse le cooperative sociali, che sono considerate imprese sociali per espressa disposizione della legge.


Piano di azione (Action Plan)
È il piano di azione sociale presentato il 9 dicembre 2021 dalla Commissione Europea con l'obiettivo di (a) sviluppare il potenziale di crescita di Imprese sociali, Fondazioni e Associazioni No Profit (il c.d. terzo settore) e (b) dare un contributo alla transizione verde e digitale.
Questo piano è importante in quanto riconosce la realtà e le grandi potenzialità dell'economia sociale in Europa.

 

Terzo Settore
È un insieme di enti di carattere privato che agiscono in diversi ambiti, dall'assistenza alle persone con disabilità alla tutela dell'ambiente, dai servizi sanitari e socio-assistenziali all'animazione culturale.
Esiste da decenni, ma giuridicamente è stato istituito in Italia solo nel 2016 con la riforma che ne definisce le regole di funzionamento. Per fare parte del Terzo Settore è necessario essere:

  • un ente che agisce senza scopo di lucro;
  • svolgere attività di interesse generale;
  • avere finalità solidaristiche, civiche e di utilità sociale;
  • essere iscritto al registro del Terzo Settore.

Sono enti del Terzo Settore le organizzazioni di volontariato, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato senza scopo di lucro.