Home / Temi e priorità / Ammortizzatori sociali / Focus on / Riconoscimento delle qualifiche

Riconoscimento delle qualifiche

La Commissione Europea ha istituito un sistema generale di riconoscimento dei diplomi e delle qualifiche conseguite nei Paesi dell'UE ed all'estero, riferito a tutte le professioni regolamentate, ovvero quelle professioni che possono essere esercitate solo nel rispetto delle previsioni delle normative nazionali di riferimento. In base alla normativa attualmente in vigore in Italia, non è ammesso il riconoscimento delle singole qualifiche professionali di: massaggiatore estetico, onicotecnico, ricostruzione delle unghie o altre figure professionali concernenti il settore estetico, in quanto professioni non regolamentate singolarmente.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione, è competente per:

  • il riconoscimento in Italia delle qualifiche professionali conseguite all'estero di estetista, conduttore di generatori di vapore (liv. I, II, III e IV) e conduttore di impianti termici; per le ultime due qualifiche, la Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e della formazione collabora con la Direzione Generale dei Rapporti di lavoro e delle relazioni industriali e con la Direzione Centrale dell'Attività ispettiva dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro;
  • il rilascio dell'attestato di conformità per gli stessi titoli professionali conseguiti in Italia, ai fini della libera circolazione nell'UE, Svizzera e Area SEE (Spazio Economico Europeo).

Per il riconoscimento di altri titoli e qualifiche professionali rilasciati in Italia e all'estero, rivolgersi al Punto nazionale di contatto per i riconoscimenti professionali.


Riconoscimento delle qualifiche conseguite all'estero

I moduli sono disponibili nella sezione Modulistica del sito istituzionale

  • domanda di riconoscimento del titolo conseguito in paese europeo;
  • domanda di riconoscimento del titolo conseguito in paese extraeuropeo;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà;
  • delega.

Allegare inoltre:

  • documentazione relativa alla qualifica professionale;
  • fotocopia del documento di identità;
  • marca da bollo da 16 euro da applicare sulla domanda o imposta di bollo assolta virtualmente.

 

Rilascio dell'attestato di conformità della qualifica conseguita in Italia

Possono richiedere l'attestato di conformità al fine della libera circolazione nei paesi UE, Svizzera e nei paesi dell'Area SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) i cittadini comunitari e non comunitari in possesso del titolo di estetista, conduttore di generatori di vapore (liv. I, II, III e IV) e conduttore di impianti termici conseguito in Italia.

I moduli sono disponibili nella sezione Modulistica del sito istituzionale

  • domanda per il rilascio dell'attestato di conformità;
  • delega;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà.

Allegare inoltre:

  • documentazione relativa alla qualifica professionale;
  • fotocopia del documento di identità;
  • marca da bollo da 16 euro da applicare sulla domanda o imposta di bollo assolta virtualmente.

 

Prestazione temporanea e occasionale in caso di spostamento del prestatore

In caso di spostamento del prestatore che vuole effettuare in Italia i propri servizi in regime di libera prestazione a carattere temporaneo e occasionale, ai sensi della Direttiva 2005/36/CE come modificata dalla Direttiva 2013/55 CE, questi deve presentare una apposita preventiva dichiarazione.

 

I moduli sono disponibili nella sezione Modulistica del sito istituzionale:

  • dichiarazione di prestazione temporanea e occasionale in caso di spostamento del prestatore.
  • delega;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà.

Allegare inoltre:

  • documentazione relativa alla qualifica professionale;
  • fotocopia del documento di identità;
  • marca da bollo da 16 euro da applicare sulla domanda o imposta di bollo assolta virtualmente.

 

Le domande per il riconoscimento delle qualifiche, per l'attestato di conformità e la dichiarazione di prestazione temporanea ed occasionale possono essere presentate per mail, pec o raccomandata A/R:

Mail: dgammortizzatorisocialidiv3@lavoro.gov.it

Pec: dgammortizzatorisociali.div3@pec.lavoro.gov.it

Raccomandata: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e della Formazione, Via Flavia n. 6 - 00187 Roma

 

Normativa

Legge Europea 3 maggio 2019, n. 37 (Legge Europea 2018).

Decreto legislativo 28 gennaio 2016, n. 15 - Attuazione della direttiva 2013/55/UE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del Regolamento Ue n. 1024/2012.

Direttiva 2013/55/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 novembre 2013 recante modifica della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del regolamento (UE) 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («regolamento IMI»).

Decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206 - Attuazione della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/CE adesione di Bulgaria e Romania.

Direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 7 settembre 2005 relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

Legge 4 gennaio 1990, n. 1 - Disciplina dell'attività di estetista.

 

Per informazioni: tel. 0646833590 – 0646833509 - 0646833586

Ricevimento utenza: giovedì dalle 9.00 alle 13.00, previo appuntamento.

E-mail: riconoscimentoqualifiche@lavoro.gov.it