Home / Temi e priorità / Infanzia e adolescenza / Focus on / Centro Nazionale di Documentazione e Analisi

Centro Nazionale di Documentazione e Analisi per l'infanzia e l'adolescenza

La promozione dell'informazione, della conoscenza, dell'innovazione e del sostegno delle politiche d'intervento per i cittadini più piccoli è il compito che svolge il Centro Nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza, istituito con la Legge n. 451 del 23 dicembre 1997.

Il Centro rappresenta uno strumento del Parlamento, del Governo, dell'Osservatorio nazionale per l'infanzia, delle Regioni e degli Enti locali. Ha, inoltre, sviluppato un intenso rapporto con soggetti dell'associazionismo e del terzo settore, proponendosi quale risorsa di conoscenza e orientamento per gli operatori e i cittadini, attraverso l'attenzione specifica alla raccolta, alla diffusione e all'analisi delle informazioni e delle esperienze.

Per lo svolgimento delle sue funzioni, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali può stipulare convenzioni, anche di durata pluriennale, con Enti di ricerca pubblici o privati che abbiano particolare qualificazione in questo settore. I compiti e l'organizzazione del Centro sono definiti dal d.p.r. del 14 maggio 2007, n. 103.

Le attività del Centro si articolano in cinque principali ambiti tematici di intervento:

  • Analisi e rapporti di studio: bozza della relazione biennale al Parlamento sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia; bozza della relazione annuale al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge n. 285 del 28 agosto 1997; bozza del Rapporto quinquennale alle Nazioni Unite; elaborazione annuale di un sistema di indicatori statistici nazionali ed europei sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza;
  • Statistiche, ricerche e indagini: per indagare sulle problematiche emergenti e temi di "frontiera", fornendo supporto conoscitivo alla prefigurazione e all'attuazione delle politiche d'intervento;
  • Documentazione: individuazione, raccolta, catalogazione e organizzazione in banche dati del materiale che attiene ai diversi aspetti della condizione dei bambini e dei ragazzi in Italia e che senz'altro è una delle attività più consolidate del Centro stesso. Insieme al lavoro d'elaborazione e analisi statistica condotto sulle principali fonti internazionali, nazionali e regionali, l'attività di ricerca del Centro nazionale ha il compito di indagare problematiche emergenti e temi di "frontiera", fornendo supporto conoscitivo alla prefigurazione e all'attuazione delle politiche di intervento;
  • Formazione e promozione: per operatori di istituzioni e servizi dedicati a diversi temi di interesse (tra i quali gli interventi relativi alla Legge n. 285/1997, nonché alla sua evoluzione connessa alla Legge n. 328 dell'8 novembre 2000, il fenomeno dello sfruttamento del lavoro minorile, gli interventi di contrasto e prevenzione del disagio, dell'abuso e del maltrattamento infantile e adolescenziale;
  • Comunicazione: attraverso pubblicazioni di riviste periodiche, collane di quaderni, opere a carattere manualistico, opuscoli e dépliant informativi e attraverso il sito www.minori.it.

 

Dal luglio 2001 è attiva la Biblioteca Innocenti Library nata a seguito di un progetto di cooperazione tra il Centro Nazionale, la Regione Toscana e l'UNICEF-IRC.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 settembre 2019 ha delegato al Ministro senza Portafoglio, Prof.ssa Elena Bonetti, le funzioni del Presidente del Consiglio dei ministri in materia di pari opportunità, famiglia, adozioni, infanzia e adolescenza.