Home / Temi e priorità / Disabilità e non autosufficienza / Orientamento

Orientamento

Gli interventi e le politiche del Ministero nel campo della disabilità si sviluppano in due ambiti diversi e complementari:

  • sul fronte delle politiche sociali, il Ministero tutela e promuove i diritti e le pari opportunità delle persone disabili e non autosufficienti;
  • nell'ambito delle politiche del lavoro, il Ministero detta gli indirizzi generali per l'attuazione della normativa sull'inserimento lavorativo delle persone con disabilità

Politiche sociali

Gli interventi in ambito sociale sono volti al raggiungimento della piena inclusione sociale delle persone disabili e non autosufficienti. L'obiettivo è costruire una "società per tutti", anche attraverso la rimozione delle cause che impediscono o limitano l'accesso ai diversi ambiti della vita delle persone. Tali iniziative sono definite anche in attuazione della normativa nazionale e degli impegni assunti in sede comunitaria ed internazionale, con particolare riguardo alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Le principali attività sono indirizzate a:

  • sostenere e coordinare progetti e iniziative per l'inclusione delle persone disabili e non autosufficienti, promuovendone l'accesso e la partecipazione attiva anche al fine di diffondere una nuova cultura della disabilità, fondata sul riconoscimento della pari dignità e delle pari opportunità per tutti;
  • assicurare la piena attuazione della normativa in materia di disabilità, anche nel quadro delle linee di intervento contenute nel Programma d'azione nazionale;
  • curare la segreteria tecnica dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità;
  • fornire supporto informativo a istituzioni, organizzazioni e cittadini;
  • curare le attività volte a predisporre iniziative legislative e a promuovere analisi e rapporti sul tema;
  • assicurare il raccordo con le organizzazioni rappresentative delle persone con disabilità, con le organizzazioni di volontariato, delle parti sociali e con le formazioni della cittadinanza attiva per promuovere e coordinare gli interventi in favore delle persone disabili e non autosufficienti;
  • favorire lo scambio di buone pratiche, anche in raccordo con le Regioni e gli Enti locali;
  • partecipare alle attività promosse in sede comunitaria e internazionale nel campo della disabilità e della non autosufficienza anche in collaborazione con le competenti istituzioni di altri Paesi.

Politiche del lavoro

Nell'ambito delle politiche del lavoro, il Ministero svolge le seguenti attività:

  • indirizza e coordina le politiche per l'inserimento lavorativo e l'inclusione attiva delle persone con disabilità e delle persone con bisogni complessi;
  • attua la disciplina per il diritto al lavoro delle persone con disabilità e per il collocamento delle persone non vedenti;
  • relaziona ogni due anni al Parlamento sullo stato di attuazione delle norme per il diritto al lavoro delle persone con disabilità;
  • effettua l'iscrizione all'Albo professionale nazionale dei massofisioterapisti non vedenti e ne certifica l'iscrizione;
  • aggiorna l'Albo Professionale nazionale dei terapisti della riabilitazione non vedenti, articolato a livello regionale, e ne certifica l'iscrizione;
  • certifica l'iscrizione all'Albo Professionale Nazionale dei centralinisti telefonici non vedenti, soppresso dal 24 settembre 2015 ai sensi del D.Lgs. 151/2015.


Gli Uffici che se ne occupano
Direzione Generale per l'inclusione e le politiche sociali
DIVISIONE IV - Politiche sociali per le persone con disabilità e per le persone non autosufficienti
DIVISIONE V  - Inserimento lavorativo delle persone con disabilità e di quelle più escluse dal mercato del lavoro - Autorità di certificazione programmi operativi in materia di FSE e FEAD