Home / Priorita / Terzo Settore: riunito il Consiglio nazionale alla presenza del ministro Orlando

Terzo Settore: riunito il Consiglio nazionale alla presenza del ministro Orlando

29 marzo 2022
Si è riunito oggi il Consiglio nazionale del Terzo Settore alla presenza del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, che fra i vari punti all’ordine del giorno ha visto l’elezione di Vanessa Pallucchi, attuale portavoce, a vicepresidente del Consiglio.

A seguito della seduta del Consiglio del 4 marzo scorso, cui aveva partecipato anche il capo dipartimento della Protezione Civile, ingegner Fabrizio Curcio è stato fatto il punto sulle iniziative relative alle conseguenze del conflitto in Ucraina. Nel precedente incontro era emersa la comune esigenza di un coordinamento tra gli attori pubblici e il Terzo settore. A tal fine è stato quindi costituito un gruppo di lavoro formato da cinque componenti del Consiglio, quale interlocutore costante del Dipartimento della Protezione Civile, individuati in Vanessa Pallucchi, Licio Palazzini, Silvia Stilli, Eleonora Vanni e Vincenzo Falabella, che ha avviato in primo luogo la ricognizione e la condivisione delle iniziative introdotte dal Terzo Settore a sostegno dei cittadini ucraini e per la loro accoglienza in Italia. Si è ricordato come il Governo sia intervenuto con una norma che individua l’accoglienza diffusa quale canale aggiuntivo rispetto all’accoglienza ordinaria e che ne definisce i servizi che vengono erogati.
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito un’attiva collaborazione al Dipartimento della Protezione civile, in vista della pubblicazione dell’avviso attuativo della misura dell’accoglienza diffusa.

Si è inoltre costituito un gruppo di lavoro che insieme a Rai per il sociale costruirà un contributo alla programmazione sui temi che riguardano gli Enti del Terzo Settore.

Infine, durante la seduta odierna del Consiglio sono stati anche presentati i dati della trasmigrazione e delle nuove iscrizioni al portale RUNTS, il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, oltre a un cronoprogramma delle prossime attività.
Nello specifico, la fase di trasmigrazione è ormai conclusa, essendo stati trasferiti al RUNTS il 98% delle circa 88mila posizioni rilevate nei preesistenti registri del volontariato e della promozione sociale. Sul versante delle nuove iscrizioni sono state presentate circa 4500 domande da parte di nuovi enti che intendono entrare a far parte del Terzo Settore: di queste già 1.341 si sono concluse postivamente. Si segnala che tra i nuovi iscritti, la componente maggioritaria (56%) è formata dalle Associazioni di promozione sociale. Particolarmente significativo il dato relativo al tempo medio di durata dei procedimenti di iscrizione, che si attesta sui 42 giorni, a fronte di un termine massimo stabilito dalla legge pari a 60 giorni.